La missione inglese di Mino Raiola non si è limitata (si fa per dire) all’acquisto di Mario Balotelli. Il pizzettaro più potente d’Europa ha infatti concluso l’ennesima operazione in uscita del calciomercato invernale rossonero, pilotando la cessione in prestito secco di Urby Emanuelson (foto by InfoPhoto), che in campionato non giocava dal 9 dicembre, ai londinesi del Fulham.

Il depauperamento del reparto mediano del Milan – De Jong stagione finita, Ambrosini fuori un altro mese, Muntari che stenta a recuperare, Strasser ed Emanuelson ceduti – non può che riportare d’attualità l’ipotesi di un ulteriore innesto last-minute nel settore. Raiola avrebbe proposto al Milan Pajtim Kasami, solido centrocampista svizzero classe ’92 in forza proprio al Fulham e già visto in Italia, con poca fortuna, con la maglia del Palermo. Galliani lo ha messo in stand-by: l’obiettivo è quello di convincere la Sampdoria a cedere Andrea Poli. I blucerchiati hanno già risposto picche alla richiesta di prestito, anche perché hanno un’offerta della Juventus per giugno. Il punto è che il budget è stato prosciugato dall’operazione-Balotelli: Galliani avrà bisogno di molta fantasia.