E’ Alessandro Diamanti (foto by InfoPhoto) il giocatore più vicino a vestire rossonero già durante la sessione di calciomercato di gennaio. Il Milan è piombato sul 31enne attaccante del Guanzhou di Lippi dopo che la sua richiesta di prestito per Alessio Cerci è stata rispedita al mittente dall’Atletico Madrid, che per l’ex Toro vuole moneta sonante, e dopo aver preso atto della volontà del giocatore di tornare in Italia a meno di un anno dall’inizio della sua esperienza cinese. Anche per Diamanti, Galliani non ha l’intenzione, né la possibilità, di spingersi oltre una richiesta di prestito, visto il contratto da 3,5 milioni di euro a stagione che lo lega ancora per altri due anni al club dell’antica Canton, ma le possibilità che la trattativa vada in porto sono alte, perché è questa anche la volontà del giocatore.

Con Diamanti, il Milan sopperirebbe a una doppia esigenza: quella di rimpiazzare Keisuke Honda, che sarà impegnato in Coppa d’Asia per tutto il mese di gennaio, ma soprattutto di regalare a Pippo Inzaghi il tanto sospirato attaccante esterno mancino che già aveva cercato in estate (vedi Cerci, Douglas Costa e compagnia). Quello che somiglia a un definitivo sdoganamento del 4-3-3 rischia di tagliar fuori completamente Fernando Torres da una qualunque possibilità di rimonta per una maglia da titolare, stante l’intoccabilità di Jeremy Menez al centro del tridente. Il Milan proverà a piazzare lo spagnolo in Spagna e in Inghilterra, ma non sarà facile trovare qualcuno disposto ad accollarsi un tale stipendio per un giocatore che pare completamente svuotato.