Che Claudio Lotito faccia sul serio nella perosnalissima trattativa per portare Robin Van Persie in biancoceleste lo dimostra il fatto che il centravanti del Manchester United e della nazionale olandese sia stato in questi giorni a Roma e non certo, o almeno non solo, in visita turistica. Ripartirà in mattinata con un volo per Amsterdam, di ritorno a casa dalla famiglia, ma non senza avere valutato bene la proposta del presidente della Lazio che avrebbe già definito la trattativa col club inglese per quanto riguarda il prezzo del cartellino di Van Persie, in scadenza di contratto nel 2016.

L’attaccante orange ex Arsenal avanza una richiesta d’ingaggio non inferiore ai 5 milioni di euro, la Lazio è disposta a offrirgliene 4 già comprensiva di bonus. Non essendoci per ora altre congrue proposte all’orizzonte, Van Persie potrebbe decidere seriamente di optare per l’avventura italiana, cosa che a prescindere da questioni economiche, lo entusiasmerebbe molto.

In definitiva, potrebbe esserci il “sì” del giocatore anche prima del volo di ritorno verso l’Olanda o comunque in giornata anche perché i “basisti” olandesi della Lazio, ovvero il difensore De Vrij, compagno di nazionale di Van Persie (che con l’olandese condivide anche il medesimo procuratore Alex Kroes) e il responsabile e preparatore dell’Academy di Formello Jopp Lensen stanno spingendo l’ex Arsenal in questa direzione. L’annunciato divorzio del giocatore dal Manchester United e un sontuoso finale di carriera in Italia (l’oranje ha 32 anni, la stessa età di Miro Klose quando dal Bayern Monaco passò alla Lazio nell’estate del 2011) potrebbero in sostanza convincere definitivamente Van Persie ad accettare l’offerta di Lotito.