La Lazio ha annunciato l’ingaggio di Angelo Peruzzi, ex portiere tra le altre anche del club biancoceleste, nel quale fa ritorno dopo nove anni di assenza. Quella del presidente Claudio Lotito è stata proprio una mossa a sorpresa, perché nessuno pensava che Peruzzi potesse fare ritorno a Formello.

E invece eccolo, Angelo Peruzzi. Un ruolo da club manager, che dovrà cercare di dare una visibilità diversa alla Lazio, riportare serenità nella piazza e migliorare il collegamento tra società e squadra. L’obiettivo è chiaro, cercare di dare sostegno e proteggere il lavoro di Simone Inzaghi, chiamato ad un’impresa tutt’altro che semplice alla luce anche del no in corsa di Marcelo Bielsa.

Peruzzi supporterà il ds Igli Tare, completamente assorbito dal lavoro sul mercato. Ha incontrato Lotito a Villa San Sebastiano martedì scorso. L’ex portiere ha giocato nella Lazio dal 2000 al 2007. Nato a Blera il 16 febbraio 1970, Campione del mondo con la Nazionale italiana nel 2006, la sua carriera cominciò nelle giovanili della Roma, club che lo fece esordire in Serie A. Da lì vestì le casacche e difese i pali di Verona, Juventus, Inter e, appunto, Lazio, club con il quale si ritirò nel 2007 dopo 192 presenze.

Con la nazionale italiana ha vinto gli Europei Under 21 di Spagna 1992, oltre al già citato mondiale del 2006. A livello di club, invece, nella sua bacheca ci sono tre Coppa Italia (Roma: 1990-1991, Juventus: 1994-1995, Lazio: 2003-2004), tre Scudetti (Juventus: 1994-1995, 1996-1997, 1997-1998), altrettante Supercoppa italiana (Juventus: 1995, 1997; Lazio: 2000), una Coppa UEFA (Juventus: 1992-1993), una Champions League (Juventus: 1995-1996), una Supercoppa Europea (Juventus: 1996) e una Coppa Intercontinentale (Juventus: 1996).