Calciomercato Lazio dalle grandi firme. Questo è il sogno dl club biancoceleste, lanciato verso un grande finale di stagione che potrebbe regalare lo storico ritorno nella griglia di partenza della Champions League.

Se la squadra di Pioli dovesse riuscire ad agguantare il palcoscenico continentale più pregiato, è probabile che allora Lotito allarghi i cordoni della borsa, regalando un mercato di primo profilo.

O almeno queste sembrano essere le indicazioni attuali. I nomi in circolo sono fra quelli in grado di far fare il definitvo salto di qualità alla squadra capitolina.

Pasalic, Ekdal ed Hernandez. Questi i calciatori accostati alla Lazio. Andiamoli a conoscere meglio.

MARIO PASALIC

Un nome che, probabilmente, a molti non dirà molto. Si tratta però di uno dei maggiori prospetti d’Europa. Mario Pasalic ha compiuto da poco venti anni (nato a Magonza, in Germania, ma di passaporto croato, il 9 febbraio 1995).

Regista dalle ottime qualità fisiche (1, 88 per 82 kg) E’ cresciuto nell’ Hajduk Spalato, club con il quale ha esordito nel calcio dei ‘grandi’, per poi passare al Chelsea, nel 2014. I blues lo hanno spedito in prestito all’Elche, Liga spagnola, dove quest’anno ha messo insieme 28 presenze condite da 3 gol.

ALBIN EKDAL

E qui veniamo ad un calciatore che conosciamo molto meglio. Ekdal ha 25 anni (Stoccolma, 28 luglio 1989). E’ arrivato in Italia grazie ad una intuizione della Juventus, che nel 2008 lo acquistò dall’impronunciabile Brommapojkarna.

Da allora una vita di globe trotter, spesa interamente in serie A: Siena, Bologna e Cagliari le tappe di una carriera che sembra essere sul punto di spiccare il volo.

Ekdal, 164 presenze in massima serie con 10 gol, è un centrocampista molto duttile. E’ ingrado di ricoprire i ruoli di treuartista, esterno e centrale di centrocampo. insomma, Pioli avrebbe solo l’imbarazzo della scelta.

JAVIER ‘CHICHARITO’ HERNANDEZ

E non ha bisogno di presentazioni Javier ‘Chicharito’ Hernandez. Talento messicano, clase ’88, mai definitivamente esploso. Cresciuto nel Chivas, è espatriato nel 2010, quando approdò al Manchester United. Quattro anni tra croci e delizie con i Red Devil, prima del passaggio al Real Madrid.

Carlo Ancelotti non lo ha impiegato tantissimo (anche perché nel suo ruolo ‘avrebbe’ una certa concorrenza) ma lui siè sempre fatto trovare pronto, ripagando il tecnico italiano con gol preziosissimi, come quello che ha abbattuto l’Atletico Madrid, nella stracittadina che valeva l’accesso alle semifinali di Champions League.

Stasera El Chicharito Hernandez sarà di scena allo Juventus Stadium, sarà tra gli osservati speciali della Lazio.

Il club biancoceleste, intanto, ha rifiutato una offerta di 18 milioni di sterline del Manchester United, per Stefan De Vrij, fortemente richiesto da Louis Van Gaal.