Il solo nominare Robin Van Persie ha surriscaldato il popolo biancoceleste, vedere addirittura la sua presenza a Roma (non necessariamente legata all’ambiente di Formello) ha mandato letteralmente i tifosi laziali in visibilio mentre resta la convinzione che il centravanti dell’Arsenal e della nazionale olandese è una trattativa concreta sulla quale lavorare. Ma la Lazio non si ferma certo lì e nella giornata di ieri è giunta voce che alcuni osservatori dell’entourage di Igli Tare avrebbero individuato due profili di grande interesse in Ligue 1: gli attaccanti Wissam Ben Yedder, franco-tunisino del Tolosa (15 gol stagionali tra campionato e Coppa di Francia) e Claudio Beauvue, originario della Guadalupa, del Guingamp (27 le reti messe a segno in totale nella stagione appena conclusa). La ricerca da parte della Lazio si sta focalizzando su una seconda punta o un esterno d’attacco, figure funzionali al modulo di Pioli che garantiscano ricambi di qualità.

Il vero colpo, almeno per ora, però non è per l’attacco ma riguarda il centrocampo poiché la Lazio è vicinissima a un mediano di grandissima qualità e che sta piacendo molto a diversi club europei come Inter, Atletico Madrid e – inizialmente – Bologna, soprattutto quelli della Bundesliga e principalmente Borussia Dortmund e Schalke 04. Il suo nome è Johannes Geis, 22enne centrocampista del Mainz e proveniente dalle giovanili del Greuther Fürth. Il club di Magonza lo ha acquistato dal Fürth – militante in Zweite Bundesliga – nell’estate del 2013 per 900 mila euro, ora vale dieci volte tanto ed è per questo che il Mainz ha rifiutato una prima offerta di Lotito quotata su 7,4 milioni di euro. Ora che l’offerta è stata alzata a 8,5 milioni l’affare potrebbe essere in via di definizione visto che l’accordo col giocatore è stato già trovato per un quinquennale a 1,2 milioni a stagione e Geis ha già fatto visita al centro di Formello accuratamente coccolato dallo stesso Tare. L’arrivo a Roma avverrebbe comunque dopo gli Europei U21 in Repubblica Ceca poiché Geis è impegnato nella nazionale di Schuster.