La Supercoppa italiana contro la Lazio e il mercato ricco di insidie stanno facendo vivere giorni poco tranquilli ad Antonio Conte. Il tecnico bianconero è preoccupato, ha paura di vedere una Juve sottotono nel primo impegno ufficiale della stagione, in programma domani sera a Roma, e teme di non ricevere da Marotta l’esterno richiesto fin da giugno. Isla poteva essere la risoluzione a tutti i problemi, ma il cileno vuole giocare con continuità e ha chiesto di essere ceduto all’Inter, dove Mazzarri lo aspetta a braccia aperte. Il sostituto ideale, Juan Camilo Zuniga, sembrava essere ad un passo dopo un lungo corteggiamento, la dichiarazione odierna del colombiano ha però rovinato i piani della Juventus: “Non ho mai detto che voglio lasciare il Napoli – ha spiegato a La Gazzetta dello Sport -. Anzi, dico che mi sento napoletano dentro, sono arrivato in questa città quattro anni fa e mi sono subito sentito a casa. Qui mi trovo benissimo. Certo l’interesse della Juventus è un grande onore. Rinnovo? Non credo che sia così difficile e sono molto fiducioso. Penso che tutto si risolverà nel giro di pochi giorni.

Marotta ha tempo poco più di due settimane per puntare al secondo obiettivo, Jonathan Biabiany. Il 25enne esterno del Parma è stato tolto dal mercato dal direttore sportivo Leonardi, ma lo scenario potrebbe cambiare se la Juventus decidesse di offrire in cambio Luca Marrone, centrocampista incedibile per Conte e desiderio di Donadoni. Non trova invece conferme la voce che rimbalza dall’Olanda di un interesse bianconero per Daryl Janmaat, terzino classe 1989 del Feyenoord.