Niente happy end nella trattativa tra la Juventus e Witsel. Lungamente corteggiato dai bianconeri, il centrocampista belga ha escluso una sua partenza.

ANCORA IN RUSSIA

“Ho deciso: resto allo Zenit per un’altra stagione”, il commento del giocatore, in cima alle preferenze della Vecchia Signora per sostituire Pogba, passato allo United di Mourinho. Un profilo ritenuto adatto a rimpiazzare il fuoriclasse francese e su cui si lavorava da tempo. Le sue dichiarazioni suonano tuttavia come parole d’addio a una storia mai cominciata.

RIMANE LA PISTA MATIC

Da settimane la Juve è in trattativa con lo Zenit e il padre di Witsel. Le sue qualità vengono considerate ideali a rimpolpare un reparto piuttosto a corto di uomini. Fermo ai box Marchisio, a cui erano stati diagnosticati sei mesi per il suo ritorno all’attività agonistica. Altro nome che piace quello di Matic, ma la strada è difficilmente percorribile. Il nuovo manager dei “Blues” Conte ha infatti posto il veto sulla sua cessione.

IL FUTURO

“La scelta migliore per me è restare allo Zenit per un altro anno, poi il futuro si vedrà – ha rivelato Witsel in una lunga intervista pubblicata questa mattina dalla russa R-Sport -. Adesso sono concentrato al 100% sulla mia squadra e sulle prossime sfide che mi aspettano con lo Zenit”. Un commento rilasciato dopo che aveva lungamente evitato di uscire allo scoperto sul possibile accordo. E quando il giornalista russo gli chiede ‘cioè, dai deciso di restare allo Zenit in questa stagione?’, lui risponde secco: “Sì, ho deciso”. Addirittura Witsel non esclude di poter rinnovare il contratto con lo Zenit e di avere ancora un futuro nel club russo. “Non lo so… tuttavia mai dire mai. Oggi sono completamente concentrato sulla stagione in corso, voglio dare tutto, e su ciò che accadrà dopo aspettiamo e vedremo”.