Fase bollente del calciomercato della Juventus che tra due giorni partirà per la tourneè in Asia e Oceania.

Questioni caldissime: Vidal e Romulo.

Vidal. Secondo quanto riportato da Tuttosport l’agente del cileno, Felicevich, è in Inghilterra e da un momento all’altro potrebbe arrivare in Italia con la super offerta del Manchester United. Si parla di almeno 50 milioni per la Juventus e 8 per il calciatore. Cifre mostruose che potrebbero avere convinto Arturo a lasciare Torino e a rinunciare, almeno per una stagione, alla Champions. Si perchè in questa trattativa i bianconeri se da un lato potrebbero essere afflitti dal complesso di inferiorità dal punto di vista economico (Vidal guadagnerebbe praticamente il doppi di quello che percepisce in Italia), almeno hanno la punta d’orgoglio di poter disputare la Champions 2014-2015, competizione alla quale i ricchi Red Devils non potranno prender parte dopo la disastrosa ultima annata. Sono ore caldissime. Allegri vorrebbe imbarcarsi per l’Oriente avendo risolto la questione. Vedremo.

Romulo (classe 1987, centrocampista di destra, interno, terzino destro, attaccante esterno di destra) del Verona. Il giocatore è praticamente un nuovo calciatore bianconero. Domani sono previste le visite mediche.

Il resto del calciomercato. Per la difesa la Gazzetta dello Sport fa un nome nuovo: Vlaar (classe 1985, difensore centrale) dell’Aston Villa. Ha calcato il palcoscenico dei Mondiali brasiliani 2014 con la maglia dell’Olanda. Uno dei punti fermi dell’ex c.t. Van Gaal. Rimane calda la pista Savic (classe 1991, difensore centrale o terzino sinistro) della Fiorentina. Altre ipotesi sono: Mustafi (classe 1993, difensore centrale, terzino destro) della Sampdoria, Balanta (classe 1993, difensore centrale, terzino sinistro) del River Plate.

Questione attaccanti. Si potrebbe profilare un duello di mercato con il Milan per Lavezzi (classe 1985, attaccante esterno o seconda punta) del Psg. Non sono bastate le sfide per Tevez, vinta dalla Juve, e Iturbe, alla fine sbarcato alla Roma. I bianconeri e i rossoneri sono pronti a darsi battaglia per il Pocho. Attenzione però anche alle altre concorrenti. In Italia Tuttosport parla dell’Inter, ma i neroazzurri non spaventano troppo. Incute più timore il Liverpool forte degli 80 milioni incassati dalla cessione di Suarez al Barcellona. In ogni caso Blanc ha fatto sapere che i parigini non hanno intenzione di cedere alcun attaccante, ma se all’ombra della Tour Eiffel dovessero arrivare Di Maria o Benzema, i transalpini potrebbero sacrificare qualche pezzo da novanta. L’ex del Napoli sembra il più propenso. Il suo agente è sbarcato in Italia dove avrebbe avuto qualche contatto con alcune società del nostro Paese. Certamente l’operazione richiede parecchio denaro (attenzione alla cessione di Vidal…) e, dopo il caso Coman, i Campioni d’Italia non godono di rapporti idialliaci con il Psg, ma paiono comunque in vantaggio sulla concorrenza del Bel Paese. In caso di cessione di Vidal attenzione pure al nome di Shaqiri (classe 1991, attaccante esterno o trequartista) del Bayern Monaco. Rispunta anche il nome di Nani (classe 1986, attaccante esterno) del Manchester United, ma pare un’ipotesi più secondaria.

Secondo Sky, invece, la prossima settimana la Vecchia Signora dovrebbe proporre a Chiellini il rinnovo del contratto in scadenza nel 2015. Non dovrebbero esserci grandi problemi nel trovare l’accordo.

Intanto Fausto Rossi si trasferisce ufficialmente al Cordoba. Il centrocampista sbarca in Spagna con la formula del prestito con diritto di riscatto. Viene accontentato. Il ragazzo ha sempre maniestato il desiderio di giocare all’estero. Nella scorsa stagione ha vestito la maglia del Real Valladolid. Per Isla, invece, c’è in corso una trattativa con il Qpr. Il giocatore si trasferirebbe in prestito.

Continuano a tenere banco i possibili cambiamenti tattici di Allegri. Secondo Tuttosport, per ora, il livornese continuerà a schierare la sua nuova squadra con il 3-5-2 per non confondere troppo le idee ai giocatori, ma già in allenamento proverà soluzioni diverse. Magari il 4-3-1-2 o il 4-2-3-1. Non si esclude nemmeno il 4-3-3. La Juve sembra destinata a cambiare. Emblematica una frase del tencinco dopo l’amichevole di Cesena che permette di comprendere che i bianconeri possono adattarsi molto bene anche a nuove idee tattiche ‘Contro il Real Madrid ricordo che la Juve disputò due grandi partite e giocò con il 4-3-3‘.

LEGGI ANCHE:

Sponsor Juventus: prolungato il contratto con Fiat, si continua insieme fino al 2021

Calciomercato Juventus: Evra “Voglio vincere”, Marotta “Rabiot ci piace, ma…”

Galliani lascia il Milan: dove ha sbagliato e perchè, tutti i capi d’accusa