Il Manchester United non molla Arturo Vidal (foto by Infophoto). Ieri sera i Red Devils hanno incredibilmente perso 4-0 contro l’MK Dons in Capital One Cup (leggi qui i dettagli) e, dopo aver ufficializzato l’acquisto di Di Maria, non hanno intenzione di fermarsi. Vorrebbero anche il cileno. Nelle ultime ore l’agente del centrocampista, Felicevich, sarebbe stato nei pressi della città inglese e presto potrebbe sbarcare in Italia. C’è chi ritiene che il ragazzo abbia già raggiunto un’intesa con i britannici sulla base di 8 milioni di euro stagionali. Ieri, inoltre, al termine dell’allenamento il Guerriero è uscito da una via secondaria evitando il contatto con i tifosi. Strano per un calciatore solitamente molto aperto all’abbraccio dei suoi fans. I giornali d’oltremanica, poi, insistono nell’avvicinare Re Artù alla Premier League. Negli ultimi giorni è soprattutto l’Indipendent a rendersi protagonista di questa campagna. Si parla di fatidiche offerte tra i 40 e 45 milioni che sarebbero pronte per essere spedite dalle parti di Corso Galielo Ferraris. Per convicnere i bianconeri il Manchester United, oltre al solito Chicharito Hernandez (classe 1988, attaccante centrale) che tanto interessa ai piemontesi, avrebbe provato a mettere sul piatto anche Kagawa (classe 1989, trequartista o attaccante esterno). Tuttosport sottolinea come anche ieri ci sarebbero stati dei contatti, ma i Campioni d’Italia sono fermi sulla loro posizione. Vidal non si vende. E’ parte integrante del progetto di Allegri e resta a Torino. In ogni caso gli inglesi hanno ancora 6 giorni di tempo e si sa: nel calciomercato nulla è impossibile.

Relativamente alle uscite occorre aprire una parentesi sulla questione relativa a Simone Pepe. Il giocatore pare avere finalmente terminato il calvario che nelle ultime due stagioni lo ha costretto ai box. Per lui è stato complicatissimo, ma non si è arreso e pare finalmente intravedere la luce in fondo al tunnel. Il suo contratto è in scadenza nel 2015 e se volesse lasciare la Vecchia Signora per trovare una squadre in cui avere maggiori chace di minutaggio i bianconeri cercherebbero di agevolarlo. Ma fino ad ora lui ha sempre rifiutato ogni destinazione convinto di voler continuare a giocare per quei tifosi e compagni che non l’hanno mai abbandonato, ma sempre sostenuto. Sono arrivate proposte da Parma, Atalanta e Sampdoria: per ora tutte gentilmente rispedite al mittente.

In casa Juventus non si parla solo di calciomercato. Tra qualche giorno inizia il campionato e Morata, infortunato di lungo corso, cerca il recupero nel più breve tempo possibile. Con lui anche Andrea Barzagli. I due faranno di tutto per essere pronti il prossimo 14 settembre dopo la sosta per le nazionali quando i piemontesi ospiteranno l’Udinese nel secondo turno di serie A. La prossima settimana potrebbero iniziare a lavorare in gruppo. Pur non avendolo ancora osservato in una gara i tifosi sono letteralmente innamorati del giovane spagnolo. La maglia numero 9 è una delle più richieste. Nel frattempo Allegri continua a preparare la nuova stagione. Come sottolineato da Tuttosport, durante la sua presentazione da nuovo tecnico della Juve aveva affermato che ‘si riparte dal 3-5-2 con cui la squadra ha vinta tanto e che la squadra conosce molto bene’, ma ora sta martellando i suoi giocatori per abituarli ai meccanismi e ai sincronismi della difesa a 4 che gli consente varie soluzioni dal centrocampo in su: albero di natale, tridente offensivo o trequartista. Cambiare così radicalmente un sistema di gioco non è certo compito semplice e, durante il Trofeo Tim, è emersa qualche difficoltà. Vedremo il prosieguo.

LEGGI ANCHE:

Riesci a impressionare Pirlo: video del concorso della Juve

Chievo-Juventus: bianconeri è allarme influeza, problema di formazione, UFFICIALE Buchel al Bologna