Altra ennesima puntata della telenovela che coinvolge la Juventus, Arturo Vidal e il Manchester United. Ieri sera il tecnico degli inglesi Van Gaal ha dichiarato: ‘Se mi piace Di Maria? Si, mi piacciono anche Messi e Vidal. Ci sono anche altri giocatori che mi piacciono, ma non possono venire sempre al Manchester United‘. Vedremo cosa accadrà. Per ora i Red Devils paiono molto concentrati sull’affare Di Maria e più passa il tempo più crescono le possibilità che il Guerriero rimanga a Torino. La dirigenza di Corso Galileo Ferraris si è più volte espressa in quest’ottica.

Relativamente alle entrate. Numericamente la difesa centrale potrebbe ritenersi coperta. Come sottolinea Tuttosport, sono ben 6 i giocatori che possono giocare in quella posizione: Barzagli, Chiellini, Bonucci, Ogbonna, Caceres, Marrone e, considerato che il primo potrebbe anticipare il suo rientro alla metà di settembre, i bianconeri riuscirebbero anche a evitare di ricorrere al mercato (da sottolineare che nelle prime due giornate mancherà anche Chiellini squalificato). Lo stesso quotidiano torinese però rimarca che, a parte il terzetto Barzagli, Bonucci, Chiellini, questa retroguardia non fornisce adeguate garanzie. Alcuni elementi potrebbero anche avere un futuro lontano da Torino. In sostanza la Juve continua a tenere monitorato il mercato dei difensori. Il nome caldo è Luisao (classe 1981, difensore centrale) del Benfica. I portoghesi sembrerebbero costretti a cederlo e le parti potrebbero chiudere a 3 milioni. E’ necessario, però, che i lusitani si convincano a trattare con la Vecchia Signora con la quale hanno avuto qualche screzio. In ogni caso i bianconeri sono vigili anche su Manolas (classe 1991, difensore centrale, dell’Olympiacos). Qualsiasi eventuale acquisto sarà frutto di importanti rifelssioni. Nessuna follia.

E’ bollente il mercato attaccanti. Il sogno resta Radamel Falcao (classe 1986, attaccante centrale, seconda punta). Dopo la vittoria del suo Monaco sul Nantes in Ligue 1, arrivata grazie a una sua rete, il colombiano ha dichirato a Canal+ ‘Sto bene al Monaco, spero di restare‘. Non ha quindi chiuso categoricamente a una sua possibile partenza. Secondo Tuttosport il suo desiderio sarebbe quello di approdare al Real Madrid dove è appena sbarcato l’ex compagno di club, connazionale e amico James Rodriguez. In ogni caso El Tigre non disprezzerebbe la serie A e l’ipotesi Juventus rimane viva. Secondo la Gazzetta dello Sport se l’attaccante dovesse partire con la formula del prestito, i Campioni d’Italia potrebbero essere persino i favoriti per accapparrarselo. La situazione è comunque complessa. Il suo lauto ingaggio, 12 milioni netti a stagione, è assolutamente fuori portata per la Vecchia Signora. Più abbordabile per un club di Premier League. Marotta rimane vigile. Un’alternativa potrebbe essere Chicharito Hernandez (classe 1988, attaccante centrale) del Manchester United. Per la Gazzetta dello Sport il messicano (foto by InfoPhoto) sarebbe in vantaggio su Podolski (classe 1985, attaccante esterno di sinistra, seconda punta o attaccante centrale) dell’Arsenal e Fernando Torres (classe 1984, attaccante centrale) del Chelsea. Per il tedesco il Wolfsburg ha appena offerto 12 milioni e i Gunners potrebbero accettare la proposta. Inoltre, secondo Tuttosport.com, gli odierni contatti con i bianconeri non paiono avere dato esito positivo. Marotta vorrebbe il prestito gratuito. Wenger richiede almeno 2-3 milioni. Per il momento difficile che si realizzi il suo trasferimento a Torino. Mourinho, invece, ha ammesso che preferirebbe trattenere il bomber spagnolo sul quale ci sarebbe anche il Milan. Attenzione, poi, all’ipotesi Shaqiri (classe 1991, attaccante eseterno, trequartista) del Bayern Monaco. La Juve lo vorrebbe in prestito con diritto di riscatto. Secondo gianlucadimarzio.com i bavaresi avrebbero aperto a tale possibilità. Il giocatore gradirebbe traferirsi a Torino e avrebbe persino rifiutato l’Atletico Madrid. La pista è calda.

Intanto l’ex bianconero e nuovo attaccante dell’Al Jazira, Mirko Vucinic, parla ai microfoni di Sky e spiega i motivi del suo addio alla Vecchia Signora: ‘Sono venuto qui per fare un’esperienza nuova, perché per me il calcio è divertimento e anche perché c’è molto lusso, che indubbiamente affascina tutti. Spero di riuscire a portare a casa un trofeo col mio nuovo club, darò il massimo per questo‘ prosegue ‘Se è stato difficile lasciare un calcio così importante come quello della Serie A? Sicuramente, ma io vivo il calcio come un divertimento e voglio vincere anche qui’.  Continua ‘qui si sta molto bene. Pian piano sto conoscendo cultura e abitudini, devo ringraziare i compagni che mi stanno aiutando anche se ancora non parlo l’arabo, solo un po’ di inglese’ Relativamente al suo mancato passaggio all’Inter afferma: ‘Quello che è successo a gennaio, per quanto mi riguarda, è la più grande delusione nel calcio italiano‘. Vede anche la Juventus come favorita per lo Scudetto. Relativamente al finale di carriera: ‘Mi piacerebbe finire a Lecce, ma solo se le mie condizioni fisiche me lo consentiranno’

LEGGI ANCHE:

Calciomercato Juventus: Morata rientra presto, Giovinco e le uscite, modifiche nuove maglie

Giusppe Rossi infortunio: nuovi esami medici in vista per il giocatore, possibile un intervento