Il calciomercato è chiuso. Ora è tempo di bilanci e di ragionamenti. In casa Juventus il vero colpo è stato trattenere Vidal e Pogba (foto by Infophoto). Sì perché mantenere in rosa due simili top player significa avere garanzie importanti, vuol dire mandare un segnale di forza alle avversarie, sapere di vantare maggiori possibilità se si punta a obiettivi elevati come il quarto Scudetto consecutivo e un buon cammino in Champions League. I due centrocampisti erano nelle liste di tanti club importanti, ma la dirigenza campione d’Italia ha resistito e, anzi, il Polpo è a un passo dal rinnovo del contratto in scadenza nel 2016. Per lui si parla di un prolungamento a cifre significative sino al 2019. I bianconeri, inoltre, hanno mantenuto l’ossatura della loro squadra, hanno inserito un giocatore di esperienza come Evra, giovani come Coman e Morata e calciatori duttili come Pereyra e Romulo. Nonostante il cambio in panchina (Conte-Allegri) Tuttosport sottolinea come molti esperti promuovono il mercato della Vecchia Signora. Il d.g. dell’Atalanta, Pierpaolo Marino parla di ‘politica assolutamente condivisibile‘, l’agente Claudio Pasqualin dichiara ‘mercato condotto con nervi saldi pragmatismo e poche chiacchiere‘. Dello stesso avviso anche Fabrizio Ravanelli ‘la Juve ha operato bene sul mercato. E’ completa in tutti i reparti‘. L’agente di Lichtsteiner, Federico Pastorello, dichiara ‘Sette in pagella se lo merita tutto, la Juve. Il motivo? Innanzitutto è riuscita a confermare due top player come Vidal e Pogba, che insieme valgono almeno 80 milioni di euro. E all’ossatura che ha vinto l’ultimo scudetto ha aggiunto, tra gli altri, un gran difensore come Evra e un giovane interessante come Pereyra. No, sul rinnovo di Lichtsteiner al momento non ci sono novità’. Soddisfatto anche lo stesso tecnico della Juve, Allegri, che a Spormediaset parla di ‘mercato mirato’

E’ anche tempo di indiscrezioni. Ce ne sono alcune bollenti relative al mancato matrimonio tra Falcao, poi sbarcato al Manchester United, e la Juve. Branchini, famoso agente attivo in tutta Europa, ha dichiarato a Tuttosport: ‘La Juventus ha condotto un mercato oculato e si è mossa per acquistare un calciatore importante in modo da aumentare la qualità della rosa. Purtroppo il colpaccio non è riuscito, ma soltanto perché c’è qualcuno che si è inserito è ha strapagato il prestito. Ma vi posso assicurare che Falcao è stato molto vicino alla Juventus‘. Mentre il padre del bomber dichiara alla Gazzetta dello Sport: ‘A mio figlio si erano interessate Juventus, Manchester City, Liverpool e alla fine anche l’Arsenal’. Conferme, quindi, sull’operazione che ha fatto sognare i Campioni d’Italia nei giorni conclusivi di questa sessione di calciomercato. Ma, in definitiva, se Coman continuerà sui livelli mostrati in questo inizio di esperienza bianconera, un reparto avanzato composto da Tevez, Llorente, Morata, Giovinco e il francesino potrebbe davvero stupire.

Neanche il tempo di chiudere questa sessione di calciomercato e già iniziano a circolare i nomi per quella di gennaio.Per la Juventus Tuttosport parla di Rabiot (classe 1995, centrocampista di sinistra, centrale o trequartista) del Psg, ma su di lui attenzione all’interesse della Roma. Piace anche Thomas Pochettino, attaccante classe 1996 del Boca Juniors. Occhio pure a Simone Zaza (classe 1991 attaccante centrale). La Vecchia Signora ha recentemente perso la sua metà del cartellino del bomber divenuto totalmente del Sassuolo, ma vanta una clausola di riacquisto fissata a 14 milioni per il 2015 e 18 per il 2016.

LEGGI ANCHE:

Juventus Champions League: ecco la lista Uefa, c’è Coman, out Motta, l’elenco, parla Buffon