Allegri pare intenzionato ad abbandonare il 3-5-2. Ieri sera ha optato per questo modulo per evitare di ‘entare come un elefante in una cristalleria’, confondendo le idee ai giocatori a pochi giorni dal suo arrivo e dal rientro di tanti nazionali dalle vacanze posto-Mondiali, ma in futuro potrebbero essere previste novità: ‘per ora non riempio la testa ai giocatori con schemi e tattiche, ma sicuramente in attacco porteremo qualcosa di nuovo’. Per Tuttosport la Vecchia Signora potrebbe passare a un 4-3-1-2 o a un 4-3-3. Si studieranno le varie soluzioni durante la tourneè in Asia e Oceania. Nel primo caso potrebbroe esserci Pirlo, Marchisio e Pogba dietro a Vidal (o all’eventuale sostituto se il cileno partirà) a supporto di due attaccanti. Nella seconda ipotesi potrebbe esserci spazio per un tridente con Morata, Llorente e Tevez.

Ora la dirigenza di Corso Galielo Ferraris prova a completare la rosa da affidare al suo nuovo allenatore agendo sul caliciomercato.

Questioni Romulo e Vidal.

Romulo (classe 1987, centrocampista di destra, interno, terzino destro, all’occorrenza attaccante esterno) del Verona. Come sostenuto anche ieri sera da Marotta l’affare è in dirittura d’arrivo e nelle prossime ore si potrebbe chiudere. Domani è previsto l’arrivo in Italia del suo agente poi il giocatore potrebbe divenire finalemnte bianconero. L’intenzione dei bianconeri è quella di riuscire a inserirlo nella lista dei giocatori che partiranno per la tourneè in Oriente.

Vidal. Anche nel post partita di Cesena-Juve, Allegri ha ribadito che il cileno non si muoverà da Torino. Ieri Arturo non era convocato per l’amichevole. Il Manchester United pare puntare forte su di lui e, dopo la stampa cilena, anche quella inglese parla di un’offerta da 60 milioni per i piemontesi e 13 a stagione per il centrocampista. Oltremancia si afferma che Arturo, nonostante abbia rinnovato il contratto fino al 2017, chiderà di essere lasciato partire. Si attendono sviluppi.

Relativamente al resto del calciomercato. Per la difesa il nome più caldo rimane quello di Savic (classe 1991 difensore centrale o terzino destro) della Fiorentina, ma attenzione anche alle idee Nastasic (classe 1993, difensore centrale o terzino sinistro) del Manchester City, Balanta (classe 1993, difensore centrale o terzino sinistro) del River Plate. Quest’ultimo è vicino al Valencia. Si pensa pura a Dedè (classe 1988, difensore centrale) del Cruzeiro.

Ipotesi Rabiot. Il giocatore (classe 1995, centrocampista centrale o di sinistra, trequartista) del Psg piace a molti top club italiani: Juventus, Inter, Milan e Roma. Le prima due paiono in vantaggio. Il contratto del giovane talento scadrà nel 2015. I parigini vorrebbero rinnovare. Lui no. I bianconeri sembrano già avere una bozza d’accordo con il calciatore ma, dopo la questione Coman, non godono di ottimi rapporti con il club della capitale francese. Il giocatore, quindi, potrebbe sbarcare sotto la Mole una volta scaduto il suo rapporto con il Psg. Le relazioni tra il club di Thohir e i transalpini, invece, sono positive e i milanesi potrebbero fare leva su questo.

In attacco. Allegri avrebbe chiesto un giocatore tecnico, meglio se prima punta. Attenzione però al nome di Lavezzi (classe 1985 attaccante centrale o seconda punta) del Psg. Non è un centravanti, ma sicuramente non dispiacerebbe al toscano. A Parigi potrebbe sbarcare Di Maria. Nonostante gli stiano provando ad allungare il contratto in scadenza nel 2016, con l’arrivo del connazionale il Pocho potrebbe cambiare aria. Su di lui hanno svolto dei sondaggi anche il Milan e il Liverpool. Soprattutto la concorrenza dei Reds è molto forte. Gli inglesi possono godere degli 80 milioni ricavati dalla cessione di Suarez al Barcellona. L’argentino ha poi un ingaggio elevato: 5 milioni di euro. Vale, inoltre, lo stesso discorso fatto per Rabiot: dopo la questione Coman, i rapporti tra Juve e Psg non sono dei migliori. Vedremo. L’attaccante gradirebbe comunque un ritorno in Italia. La Vecchia Signora monitora sempre la situazione di Eto’o (classe 1981, punta centrale, seconda punta, attaccante esterno di destra svincolato), ma attenzione pure all’idea Gabbiadini (classe 1993, punta centrale attaccante esterno). Quest’ultimo è in comproprietà tra i bianconeri e la Sampdoria. Si potrebbe pensare a uno scambio tra lui e Giovinco. L’ipotesi, però, non è affatto semplice anche perchè la Formica Atomica ha un ingaggio piuttosto elevato per gli standard del club blucerchiato. Sullo sfondo rimancono anche Pastore (classe 1989, attaccante esterno o trequartista) del Psg, Lucas (classe 1992, attaccante esterno o trequartista) del Psg e Shaqiri (classe 1991 attaccante esterno) del Bayern Monaco.  Sfumano, invece, le idee Lukaku e Osvaldo. I due saranno rispettivamente giocatori dell’Everton e dell’Inter.

In uscita attenzione al nome di Ogbonna che potrebbe interessare al Valencia.

Intanto c’è un’ottima notizia per Max Allegri. Ieri sera a Torino è sbarcato Evra. Oggi per lui visite mediche e presentazione. Atteso anche il rientro in gruppo di Pogba I bianconeri vorrebbero blindarlo con un contratto fino al 2019. Intanto vacanze finite. Juve al completo.

LEGGI ANCHE:

Buffon saluta Camoranesi: su Twitter “Uno che ha onorato la maglia dell’Italia”

Il commento e le pagelle di Cesena-Juve

Galliani lascia il Milan: dove ha sbagliato e perchè, tutti i capi d’accusa