Oggi è il giorno del raduno della Juventus che si ritrova a Vinovo per iniziare la preparazione della stagione 2014-2015, ma anche sul fronte calciomercato i bianconeri stanno vivendo un periodo caldissimo e intenso.

In questi giorni si discute tanto delle questioni relative a Vidal e Pogba. Con il sacrificio di uno di loro la Juventus potrebbe recuperare un importante tesoretto anche per il mercato in entrata, anche se non sembra che la Vecchia Signora abbia necessità assoluta di cessioni e Tuttosport sottolinea come Conte non voglia privarsi dei due campioni che ritiene alla base del progetto della sua Juventus versione IV. Il quotidiano torinese parla di un patto che lui avrebbe fatto con la società che gli avrebbe promesso di non privarlo di alcuno dei due ‘pilastri’.

Questione Vidal. Sul cileno è forte l’interesse del Manchester United. Il giocatore, che ha rinnovato il suo contratto con i Campioni d’Italia fino al 2017, ha sempre rilasciato dichiarazioni che non chiudono alla possibilità di una sua partenza. Ultima, in ordine di tempo, quella di ieri. Il centrocampista ha affermato a La Tercera ‘Il Manchester United? A chi non piacerebbe giocare in uno dei migliori club del mondo’. Per la Juventus il calciatore pare incedibile, ma se lui vorrà partire e se dovesse arriverà un’offerta irrinunciabile (La Gazzetta dello Sport parla di una cifra non inferiore ai 45 milioni) potrebbe fare le valige. I bianconeri stanno valutando alcune ipotesi in caso di un’eventuale partenza. Si continua a fare il nome di Guarin (classe 1986). Il colombiano vorrebbe lasciare i neroazzuri ed è ammaliato dall’ipotesi Vecchia Signora. Il club di Thohir lo valuta 18 milioni. I tabloid inglesi hanno fatto anche il nome di Paulinho (classe 1988) del Tottenham.

Pogba. Il francese ha appena vinto il premio come miglior giovane dei Mondiali 2014. Tanta roba. E’ ambito da alcuni dei principali club d’Europa e, considerato che è sbarcato sotto la Mole a parametro zero, dalla sua cessione la Juve potrebbe ottenere un’enorme plusvalenza. Il Polpo, però, per ora non pare intenzionato a lasciare la truppa di Conte. Vuole crescere insieme al tecnico salentino e le parole del suo agente Mino Raiola ne sono una conferma ‘Paul non lascerà la Juve. E’ felice e non è il momento di cambiare club’.

Prosegue, poi, il caso Lichtsteiner. Il contratto dello svizzero scadrà nel 2015 e il suo rinnovo non è troppo facile. Su di lui ci sarebbe l’interesse del Psg. Tuttosport paventa l’idea di un possibile scambio tra lui e Rabiot (centrocampista centrale o sinistro classe 1995).

In uscita è caldissimo il nome di Quagliarella. Il giocatore non è stato convocato per il raduno. Quasi certamente partirà. Il Torino sembra la pista più calda. Oggi la dirigenza bianconera potrebbe incontrare il patron granata Cairo con la quale si tratta a oltranza. Da non scartare nemmeno le ipotesi Verona e Sampdoria.

Evra, Morata e Iturbe. Il terzino sinistro Evra ha firmato un biennale con i bianconeri, Morata sta definendo gli ultimi accordi con il Real Madrid per poi trasferirsi a Torino. E’ atteso nei prossimi giorni. Relativamente alla questione Iturbe, oggi o domani potrebbero esserci incontri decisivi tra la dirigenza di Corso Galileo Ferraris e quella del Verona, proprietaria del cartellino del giocatore che da tempo ha raggiunto un accordo con i bianconeri. Da qualche giorno i Campioni d’Italia hanno un’intesa di massima con i gialloblù (la Gazzetta dello Sport parla di 25 milioni più 2 di bonus), è necessario rivedersi per completare l’opera e per verificare la posizione dell’Atletico Madrid che non molla l’argentino. Con l’arrivo dell’esterno d’attacco classe 1993 Conte potrebbe utilizzare quel 4-3-3 che ha dovuto abbandonare circa due anni or sono quando Pepe iniziò la sua infinita serie di infortuni. Il giocatore ha fretta di sbarcare a Torino e twitta Terminate le vacanze, si ricomincia per una nuova sfida. Speriamo che sia come sempre ho voluto #italia #finitelevacanze’

LEGGI ANCHE:

Germania-Argentina: Rihanna ‘Tevez avrebbe dovuto essere al Mondiale’