Rivoluzione in casa Juventus. Nel giro di 24 ore è scoppiato il finimondo. Antonio Conte e i bianconeri hanno deciso di risolvere consensualmente il contratto. Addio Antonio. Addio a 3 anni di successi. E’ bastata una notte alla Vecchia Signora per scegliere il nuovo tecnico. D’altronde il tempo stringe e non si poteva fare altrimenti. A Vinovo sbarca Massimiliano Allegri. Accordo raggiunto. Tutto fatto.

E le conseguenze? Le tempistiche non sono delle migliori. Il tutto è avvenuto poche ore dopo il primo giorno di raduno dei bianconeri.

Questione Pirlo. Uno dei principali nodi da sciogliere. Il regista ha appena prolungato il suo contratto con I Campioni d’Italia sino al 2016. Il rapporto tra il nuovo tecnico e il talento bresciano non pare idilliaco. Quando i due erano al Milan il toscano non voleva utilizzare Andrea nel suo ruolo naturale, davanti alla difesa, e non fu mai raggiunto un punto d’incontro, tanto che il giocatore andò alla Juve. Cosa accadrà ora? Bisognerà sciogliere questo enigma, ma il tecnico pare avere tranquillizzato tutti ‘Mi sento fortunato a ritrovarlo‘.

Questione Vidal. Un altro dei temi bollenti. Il centrocampista potrebbe andare al Manchester United, ma ieri Marotta ha affermato che il giocatore non vuole partire e che, finchè non manifesterà un’intenzione contraria, non lo farà. In ogni caso un’offerta da capogiro potrebbe spingerlo verso l’Inghilterra con la giustificazione della volontà del calciatore.

Evra. Secondo Sky nella serata di ieri Allegri dovrebbe avere contattato il francese telefonicamente per rassicurarlo. Anche Morata ha ricevuto delle rassicurazioni.

Nomi nuovi per il calciomercato. Per la difesa si parla di Savic (centrale, classe 1992) della Fiorentina. Corre voce di un’ipotesi di scambio con Isla.

Per Sky, Allegri dovrebbe far giocare la Juve con il trequartista e la nuova idea è Pastore (classe 1989 del Psg). L’argentino può giocare anche attaccante esterno di destra o di sinistra. Sarebbe un gran colpo, ma per ora non ci sarebbero ancora stati contatti tra i bianconeri e i francesi. Nel caso, attenzione anche al solito nome di Pogba.

Si è fatto anche il nome di Candreva (classe 1987). Il laziale è un attaccante esterno, ma può essere utilizzato anche come trequartista. Secondo Sky i bianconeri avrebbero offerto 23 milioni di euro ai biancocelesti e un contratto quinquennale con ingaggio da 2,5 milioni al giocatore, ma Lotito avrebbe rifiutato.

Si gettano le prime basi ‘dell’era Allegri’. Vedremo come evolverà.

LEGGI ANCHE:

Altre notizie di calciomercato della Juventus