Ormai ci siamo. Manca davvero poco alla chiusura del calciomercato. Sono ore intense. La Juventus sta portando avanti le ultime trattative per completare la rosa da fornire a Massimiliano Allegri.

Partendo dalle buone notizie. Secondo Calciomercato.com i bianconeri sarebbero a un passo dal rinnovo del contratto di Paul Pogba  (foto by Infophoto) in scadenza nel 2016. L’accordo con Mino Raiola, agente del Polpo, pare davvero imminente. Si parla di un prolungamento fino al 30 giugno 2019 con un adeguamento dell’ingaggio che salirebbe a circa 4 milioni di euro netti a stagione. Anche Marotta si dice ottimista.

Ottime novità per i tifosi bianconeri che dovranno tenere ancora il fiato sospeso sul fronte Vidal. Dall’Inghilterra rimbalzano voci che sottolineano come il Manchester United continuerà a dare la caccia al cileno fino che gli sarà consentito. Parlano di offerte pari a circa 38 milioni di euro quando la Vecchia Signora ne vorrebbe 44.  Il suo agente oggi è a Verona ad assistere dove Arturo è titolare contro il Chievo. Prima dell’inizio della serie A il centrocampista ha scritto su Twitter ‘Siamo pronti per tornare al 100%. Forza Juve!!!’. Parole da leader. Allegri, poi, ha ribadito per l’ennesima volta un concetto che ormai manifesta da un po’: ‘Per noi è fondamentale. Non lascerà la Juventus’. 

Manca davvero pochissimo al gong finale di questo folle mercato. La speranza dei tifosi bianconeri è quella che i Campioni d’Italia resistano agli assalti. Tenere in rosa due calciatori come Pogba e Vidal sarebbe davvero una prova di forza e un segnale.

Relativamente all’attacco. Il sogno Falcao (classe 1986, attaccante centrale o seconda punta) del Monaco è complicatissimo e anche Marotta ritiene l’operazione praticamente impossibile. La Juve avrebbe raggiunto un’intesa di massima con Mandes, agente del calciatore, ma la Vecchia Signora ha disposizione solo 20 milioni per il prestito. Pochi per i monegaschi che per ora rifiutano pur lasciando fuori dall’undici titolare Radamel nella sfida contro il Lille. Improvvisamente compare un tweet di Falcao in cui il colombiano dichiara di aver realizzato il sogno di passare al Real Madrid, ma poi scompare è l’attaccante smentisce il tutto. Alcuni parlano di un suo passaggio al Manchester City. Si apre un caso e la Vecchia Signora tiene vive le alternative. Una è il Chicharito Hernandez (classe 1998, attaccante centrale) del Manchester United. La Juve ha l’intesa anche con lui. Secondo il Corriere dello Sport avrebbe pervenire una proposta agli inglesi sulla base di un prestito oneroso (2 milioni) con diritto di riscatto fissato a 17. Su di lui anche il Rea Madrid. El tigre sarebbe un sogno, ma anche Hernandez è una soluzione che potrebbe essere gradita. Attenzione anche al Tanke Denis (classe 1981, attaccante centrale) dell’Atalanta. Pare, invece, svanire l’idea Shaqiri (classe 1991, attaccante esterno o trequartista) del Bayern Monaco.

Intanto Carlo Ancelotti, tecnico del Real Madrid, parla in esclusiva a Tuttosport ed esprime la propria opinione anche sulla Juventus. Relativamente alla lotta per lo ScudettoLa Juventus continua a essere davanti alle altre: è la favorita e mi sembra si sia rinforzata. Anche la Roma è più forte, nonostante la cessione di Benatia. Poi vedo tante incognite: il Milan ha cambiato quasi tutto’. Sul calciomercatobianconeri promossi. Evra è un giocatore di altissimo livello. Morata farà sicuramente bene in Italia. E’ un giovane di talento, tra i migliori in circolazione. Aveva bisogno di giocare per cui è andato via dal Real dove comunque non sfigurava. E’ un attaccante mobile, veloce e segnerà tanto. Per me è meglio come prima punta. In generale la Juve ha preso giocatori per aumentare la qualità‘. Su Pirlo ‘fino che mantiene passione ed entusiasmo può andare aventi all’infinito. Per Andrea conta la testa. Se tiene quella va avanti fin che vuole’. Sulla Championsnon è un problema di allenatore. La Juventus può fare meglio degli anni passati. L’anno scorso è uscita in modo rocambolesco. Quest’anno non sarà semplice, ma credo che la squadra e l’ambiente siano cresciuti’. Se lo dice lui…

LEGGI ANCHE:

Le probabili formazioni di Chievo-Juve

La storia delle partenze di Allegri