Sono stati al centro di tante voci di mercato, sul taccuino dei direttori sportivi dei principali club europei, ma in queste settimane Pogba e Vidal non hanno mai dato l’impressione di poter lasciare la Juventus. Marotta e Agnelli sono sempre stati chiari, no a BarcellonaReal Madrid, Bayern Monaco, Paris Saint Germain e Monaco, no ad ogni richiesta di trattativa, no a tutte le proposte ufficiali, anche a quelle più ricche e golose che avrebbero sistemato i conti per qualche anno. Per confermarsi in Italia e provare a salire sul gradino più alto del podio in Europa, la Juve deve tenersi i suoi campioni. E ora, dopo averli protetti, deve anche coccolarli. Con il rinnovo dell’ingaggio accompagnato da un corposo ritocco.

Il primo a mettere la firma su nuovo contratto sarà il cileno classe 1987, in scadenza nel 2016 e con uno stipendio di 2,8 milioni di euro netti a stagione.  Il suo agente Fernando Felicevich a metà agosto ha incontrato il club bianconero e si è accordato per un prolungamento fino al 2018, con l’ex Bayer Leverkusen che andrà a guadagnare 5 milioni più bonus all’anno. Siamo solo alla fase embrionale, ma anche Pogba corre verso il rinnovo. Raiola parlerà nei prossimi giorni con Marotta, sul tavolo la proposta della Juventus fino al 2018 con stipendio quasi triplicato, da un milioni di euro a 2,5 milioni più bonus. Non è da escludere che venga inserita nell’affare anche una clausola rescissoria da 50 milioni.

Nessun incontro in programma invece per Andrea Pirlo. Il 34enne centrocampista va in scadenza a fine stagione, ma non ha fretta. Tra dicembre e gennaio parlerà con Conte, se avrà le giuste garanzie tecniche si metterà a trattare con Marotta, pronto ad offrirgli un rinnovo 1+1, fino al 2014 con opzione per una stagione aggiuntiva.