Si sa il calciomercato non finisce mai. E’ trascorso ormai un po’ di tempo dalla chiusura ufficiale delle trattative ma, anche per la Juventus, si continua a parlare di possibili affari

Il nome caldo è quello di Adrien Rabiot (classe 1995, centrocampista di sinistra o centrale) del Psg. Il suo contratto con i parigini scadrà nel 2015 e il calciatore non pare avere alcuna intenzione di rinnovare. Vera protagonista della situazione è la mamma manager del ragazzo ‘non vogliamo rinnovare il contratto. Cerchiamo una squadra dove Adrien sia al centro del progetto‘. Definita da molti come ‘lady di ferro’ non è certamente agevole trattare con lei. Sul ragazzo si prospetta una sfida con la Roma. I bianconeri si sono mossi per primi, ma negli ultimi giorni di calciomercato il transalpino è stato molto vicino ai giallorossi che avrebbero offerto 5 milioni di euro rifiutati dai francesi. Attenzione pure all’Arsenal. Se i Campioni d’Italia riuscissero ad arrivare al centrocampista a parametro zero sarebbe un altro ‘ratto’ stile Coman, ma per l’Equipe il giocatore sarebbe destinato alla Roma. Rabiot pare avere tutte le carte in regola per un futuro davvero brillante. Si parla poi dei tanti giovani che non vestono la maglia bianconera, ma sono legati alla Vecchia Signora. Il nome del momento è quello di Zaza (classe 1991, attaccante centrale, 10 gol nella scorsa stagione). Convocato in nazionale dal nuovo c.t. Antonio Conte, l’attaccante sta dimostrando di avere immense qualità. Nel pareggio al debutto nella serie A 2014-2015 del suo Sassuolo contro il Cagliari ha realizzato un gol magnifico e disputato una buona gara. La Vecchia Signora ha recentemente perso la metà del cartellino del calciatore divenuto interamente neroverde, ma la Juve su di lui vanta una clausola di riacquisto pari a circa 15 milioni. Nel club emiliano gioca anche Berardi (classe 1994, attaccante esterno, seconda punta). Anche per il calabrese esordio positivo contro il Cagliari. Il giocatore è in comproprietà tra Sassuolo e Juve. Sta crescendo, sta maturando. E’ già alla seconda stagione in serie A e nella prima ha messo a segno ben 16 gol. I bianconeri si sono, poi, assicurati Stefano Sturaro (classe 1993, centrocampista centrale, mediano, trequartista). Il ragazzo giocherà il 2014-2015 con la maglia del Genoa. Qui potrebbe avere un minutaggio adeguato per accumulare esperienza. L’inizio è stato positivo. Nella sconfitta dei liguri contro il Napoli ha disputato una buona sfida. Si pensa anche all’erede di Buffon. I Campioni d’Italia hanno Leali (classe 1992). Il portiere, in prestito al Cesena, pare avere doti davvero favolose. Domenica nella vittoria dei romagnoli sul Parma non è stato troppo impegnato dagli attaccanti emiliani. Nonostante la sconfitta del suo Empoli con l’Udinese, Rugani (classe 1993, difensore difensore centrale) non ha sfigurato. Il giocatore è in comproprietà con i toscani. Non ha brillato, invece, Boakye (classe 1993 attaccante centrale o esterno) che in questa stagione veste la maglia dell’Atalanta, ma è a metà tra Juve e Genoa. Avrà tempo di rifarsi. Da non dimenticare poi Gabbiadini (classe 1992, attaccante centrale o esterno, in comproprietà tra Juve e Sampdoria) che ha saltato il debutto dei blucerchiati contro il Palermo per infortunio. In serie B i Campioni d’Italia hanno il controllo su giovani interessanti come il difensore Goldaniga (Perugia) e il portiere Fiorillo (Pescara).

La Vecchia Signora, inoltre, continua a lavorare sul rinnovo di contratto di Pogba (foto by Infophoto) in scadenza nel 2015. In questa sessione di mercato la Juve è riuscita a trattenerlo, ma i molti top club interessati a lui non lo mollano e non prolungare il rapporto a breve potrebbe rappresentare un rischio. Per lui il Daily Express parla di un’offerta da 76 milioni di euro. Continuano, invece, le indiscrezioni su Falcao. Secondo quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport, il giocatore avrebbe ringraziato i Campioni d’Italia per il loro interessamento e affermato che in futuro potrebbe vestire la maglia bianconera.

Non solo mercato. Durante questa sosta per le nazionali la Juventus continua a lavorare. La squadra continua a lavorare e a sudare sui campi di Vinovo. Mancano i 13 convocati dalle nazionali (ai 12 iniziali si è aggiunto anche Caceres) e l’infortunato Pirlo, ma ci sono Morata e Barzagli che corrono verso il recupero. Secondo Sky il difensore potrebbe già essere pronto per la sfida di serie A contro l’Udinese allo Stadium, mentre per il bomber è più semplice un rientro con il Milan la settimana successiva o in Champions con il Malmoe. Per il toscano significherebbe accorciare i tempi. Il suo rientro era previsto per ottobre. Intanto oggi, allo Juventus Center, la Vecchia Signora ha affrontato in amichevole la Pro Settimo Eureka, compagine di serie D. Sono scesi in campo sia Morata che Barzagli e i Campioni D’Italia hanno vinto 5-3 con i gol di Tevez, Buenacasa, Llorente, Pereyra e Kastanos. Gli obiettivi della stagione bianconera sono tanti: arrivare tra le prime otto d’Europa, centrare il quarto Scudetto consecutivo senza dimenticare Coppa Italia e Supercoppa Italiana. Occorre lavorare. A proposito di Champions l’allenatore del Psg, Blanc, rispetta i bianconeri e afferma ‘il Psg e la Juventus potranno essere guastafeste in questa competizione. E’ ancora presto per giudicare Allegri e vedremo come Conte si porrà da c.t.’

LEGGI ANCHE:

Alex Del Piero contro Trezeguet: è derby tra ex juventini alla 1.a giornata nel campionato indiano

Calciomercato Juventus: Vidal-Pogba, gli esperti promuovono la Juve, retroscena Falcao, nomi nuovi