L’ufficialità arriverà soltanto all’apertura del mercato, ovvero tra due giorni, ma si può dire già oggi che Federico Peluso (foto by InfoPhoto) sia un nuovo giocatore della Juventus. L’esterno atalantino passa in bianconero in prestito oneroso (1 milione di euro) e a giugno verrà riscattato previo versamento di altri 4 milioni di euro. Peluso andrà così a riempire il vuoto lasciato dall’infortunato Chiellini sul centro-sinistra della difesa di Conte fino alla prossima primavera (senza considerare l’inutile Lucio), ma potrà essere impiegato con profitto anche sull’esterno mancino di centrocampo.

Peluso è il paradigma perfetto del mercato bianconero nell’ultimo anno e mezzo: razionale e senza fronzoli, benché non troppo economico. E la stessa filosofia verrà probabilmente adottata anche per quanto riguarda il mercato degli attaccanti. La Juve si è resa conto che questo campionato si vince anche senza fenomeni, e che per la Champions League c’è bisogno di un salto di qualità generale: per cui, non verranno fatte spese folli nemmeno sul fronte offensivo. Llorente arriverà a giugno, nel frattempo ci si può accontentare anche di un attaccante di scorta. Con Borriello, ruota di scorta per eccellenza, dirottato verso l’ennesimo approdo della sua carriera (Palermo), Marotta potrebbe riportare a casa uno tra Boakye e Gabbiadini, con quest’ultimo favorito sul primo.