Attenzione alla situazione di Paul Pogba (foto by Infophoto). Ieri l’a.d. della Juventus, Giuseppe Marotta, aveva tranquillizzato tutti affermando: ‘Il confronto con i rappresentanti di Pogba è proseguito in queste settimane, e a giorni annunceremo il rinnovo’ (leggi qui i dettagli). Le dichiarazioni, riportate dall’Equipe, rilasciate dall’entourage del talento francese non sono però sulla stessa falsariga: ‘Non c’è stato e non è previsto nessuno incontro con la Juventus‘. Ma non finisce qui. Il clan del Polpo fa sapere che la fine del calciomercato sarà un periodo ‘importante e movimentato’. Nonostante le solite e continue rassicurazioni ‘Non finiremo mai di ripetere però che, per ora, Paul si trova bene a Torino’, che hanno caratterizzato anche ques’ultima intervista, dopo qualche ora di gioia nei tifosi bianconeri torna l’ansia. Tuttosport.com prova a tranquillizzare tutti affermando che non si saranno problemi sul rinnovo e rendendo note possibili cifre e durata: 4,5 milioni più bonus a stagione fino al 2019.

Questione Vidal. Ieri Marotta ha chiuso a ogni possibile partenza del centrocampista. Il cileno ha assistito dalla panchina e con una borsa del ghiaccio sul ginocchio che tanto lo fa penare a tutta la gara contro la Primavera, ma tramite un post su Twitter si è mostrato sorridente e ha fatto sapere che sabato al Trofeo Tim sarà pronto a scendere in campo. I tifosi juventini sperano.

Per quanto riguarda gli affari in uscita. Attenzione ai nomi di Pepe, protagonista di un buon precampionato, e De Ceglie. Secondo Tuttosport il primo vorrebbe provare a convincere Allegri e rimanere a Torino, il secondo invece è destinto a partire. Su di loro va registrato l’interesse del Parma. Un occhio di riguardo pure alla situazione di Ogbonna. Sempre secondo il quotidiano torinese i bianconeri sembrerebbero essersi convinti a lasciarlo partire anche in prestito.Per Giovinco, invece, esiste un ipotesi Torino. Intanto Reto Ziegler rescinde il contratto con la Vecchia Signora

Relativamente alle entrate. A Villar Perosa Marotta ha dichiarato che la priorità è un attaccante, ma i bianconeri non perderanno di vista il mercato dei difensori. Luca Marrone pare avere convinto Allegri che lo ‘vede bene’ al centro del reparto arretrato. La Juve, quindi, non ha impellente necissità di acquistare un giocatore in quel ruolo, ma se capiterà l’occasione lo farà. Tale opportunità potrebbe essere rappresentata da Luisao (classe 1981, difensore centrale) del Benfica. Secondo Tuttosport i Campioni d’Italia hanno già raggiunto un’intesa con il giocatore: biennale a 3 milioni. E’ necessario convincere i portoghesi che chiederebbero 4 milioni. La Juve non vuole andare oltre i 2. Dopo le minaccie di ricorrere alla giustizia operate dai lusitani ai danni dei piemontesi rei di essersi mossi sul brasiliano prima di averli contatti, ora la situzione pare leggermente più tranquilla. Si continua a discutere. Il giocatore non è certamente un ‘giovincello’ ma, oltre alle suo ottime qualità, potrebbe fornire una dose importante di esperienza. Attenzione anche all’ipotesi Nastasic (classe 1993, difensore centrale o terzioni sinistro) del Manchester City. Gli inglesi potrebbero lasciarlo partire anche in prestito. In ogni caso la Juve attende e ci si avvia verso gli ultimi decisivi giorni di calciomercato.

Per il centrocampo rimane viva l’ipotesi Rabiot (classe 1995, centrocampista sinistro, centrale o trequartista) del Psg. Il tecnico dei parigini Blanc ha recentemente affermato che il giocatore lascerà la squadra, ma non ha dichiarato quale sarà la sua meta. Sul giocatore c’è anche la Vecchia Signora.

Relativamente all’attacco. In attesa di sviluppi sulla difficile situzione del Monaco a cui è legata la suggestione Radamel Falcao (classe 1986, attaccante centrale, seconda punta), la Vecchia Signora è alla ricerca di una punta di movimento, che partecipi alla manovra e in grado di fare gol. I bianconeri tengono monitorate le ipotesi Jovetic (classe 1989, seconda punta, attaccante esterno, prima punta) del Manchester City e Lavezzi (classe 1985, attaccante esterno, seconda punta) del Psg. I Citizien potrebbero convincersi a lasciare partire il giocatore in prestito. Attenzione, però, alla concorrenza della Roma che in caso di cessione di Benatia, ed eventualmente di Destro, potrebbe avere il cash necessario per raggiungere i 25 milioni richiesti Oltremanica. Oggi però il giocatore ha fatto sapere che vorrebbe restare in Inghilterra. Ancora più complicata è la pista che porterebbe al Pocho. Il giocatore vuole lasciare Parigi e quasi certamente non rinnoverà il suo contratto in scadenza nel 2016, ma su di lui ci sono parecchie squadre e i rapporti tra la Juventus e i transalpini non sembrano eccezzionali. In ogni caso Marotta potrebbe provare a portarlo a Torino con la formula del prestito magari con obbligo di riscatto.