I titoli con i funambolici e ineffabili giochi di parole li lasciamo ad altri, ma è chiaro che la Juventus sta facendo sul serio sul mercato muovendosi con consumato savoir faire ed eccezionale tempismo. Così, dopo aver messo a segno colpi di grande impatto, soprattutto sull’ossatura della rosa, come Pjanic, Dani Alves e Benatia, si prepara a pregustare l’affondo vincente per Marko Pjaca, il ventunenne centrocampista croato che nella prima fase di Euro 2016 ha stupito tutti mettendo in mostra doti e caratteristiche da autentico fenomeno.

Ormai è solo questione di ore perché l’accordo con la Dinamo Zagabria e con l’entourage del giocatore è già stato trovato. Queste le cifre: al club croato andranno la bellezza di 22,5 milioni di euro (cifra mediante la quale la Juventus ha sbaragliato ogni concorrenza) mentre Pjaca verrà messo sotto contratto con un quinquennale a 2 milioni di euro netti a stagione. Giovedì 21 luglio il giovane talento potrebbe essere già a Torino per le visite mediche.

Ma il club bianconero non ha intenzione di fermarsi e, sfumato assai probabilmente l’affare Higuain poiché, come già annunciato dall ad Marotta, se il Napoli non ha intenzione di intavolare una trattativa sul centravanti argentino, la Juventus non ha nessuna intenzione di pagare la clausola rescissoria da 94,7 milioni di euro, si sta meditando un altro colpo che ha per nome Gabriel Barbosa Almeida, in arte Gabigol, attaccante brasiliano classe ’96 del Santos, già eletto nuovo Neymar dai tifosi del club paulista. La Juve, tramite intermediari, ha avanzato una proposta di 18 milioni di euro per l’acquisto a titolo definitivo. Si attende la risposta da parte del Santos entro questa settimana.