Due rinforzi dalla Premier League, una vecchia, pazza conoscenza del calcio italiano e un centrocampista offensivo con l’etichetta “bravo ma non si applica” cucita addosso. Marotta guarda in Inghilterra per rinforzare la Juventus, il primo nome in cima alla lista è quello di Pablo Daniel Osvaldo, goleador rubacuori che in Italia ha vestito le maglie di Lecce, Fiorentina, Bologna e Roma. In estate è stato venduto in fretta e furia da Sabatini al Southampton, dove ha ritrovato il suo mentore ai tempi dell’Espanyol Pochettino, al di là della Manica il Re Leone argentino non si è però ambientato tanto che ha deciso da valutare un addio già a gennaio. Secondo la stampa inglese all’italo-argentino manca l’Italia e la serie A, la Juventus ci sta facendo un pensierino, ma non ai 15 milioni di euro necessari per il suo cartellino. L’idea bianconera è quella di prenderlo in prestito con diritto di riscatto, i Saints che, sono “santi” solo di nome e non di fatto, si sono fatti una risata e hanno risposto picche.

Oltre ad Osvaldo, la Juventus sta seguendo con attenzione Pajtim Kasami, trequartista classe 1992 del Fulham. Meteora del Palermo, campione del Mondo under 17 con la Svizzera, è gestito da Mino Raiola, agente che ha nella sua scuderia, tra l’altro, campioni del calibro di Pogba, Ibrahimovic e Balotelli. Il ragazzo ci sa fare, il problema è che non conosce la parola continuità. Alla Juve è sponsorizzato da Paratici, che prima di partire all’assalto deve parlare con Conte. Intanto Kasami si è conquistato le prime pagine dei tabloid inglese per un gol “alla Van Basten” realizzato al Crystal Palace. Vedere per credere: