UPDATE!! ore 18.37: Juventus-Lucento 2-3. Per i bianconeri doppietta di Llorente. Male la prima di Allegri.

Ci siamo. Oggi alle 16.00 a Vinovo è in programma la prima sfida della Juventus targata Max Allegri. I bianconeri scenderanno in campo in amivhevole contro il Lucento, club di un quartiere di Torino, che milita in Eccellenza. Al tecnico toscano mancheranno tutti i reduci dalle nazionali (leggi qui i dettagli della sfida e la probabile formazione dei bianconeri).

Ma i bianconeri continuano anche a penasare al calciomercato.

I Campioni d’Italia sono alla ricerca di un difensore centrale. All’inizio della stagione dovranno, infatti, far fornte pure alle assenze di Barzagli, infortunato, e Chiellini che deve ancora rimediare 2 turni di squalifica in campionato per la gomitata rifilata a Pianjc. Le ipotesi sono varie. Spunta il nome di Zapata (classe 1986, può fare anche il terzino destro) del Milan. Allegri ha già allenato il ragazzo. Altre candiature sono quelle di Savic (classe 1991, può fare anche il terzino destro) della Fiorentina, Balanta (classe 1993, può fare anche il terzino sinistro) del River Plate, Mustafi (classe 1992, può fare anche il terzino destro) della Sampdoria. Si raffredda, invece, la pista Nastasic (classe 1993, può fare anche il terzino sinistro) del Manchester City.

Praticamente acquisito Pereyra (manca solo l’annuncio ufficiale, ma l’affare è fatto) la Juve è a caccia di un altro giocatore eclettico: Romulo (classe 1987). Il jolly del Verona è vicino ai bianconeri che nelle prossime ore potrebbero chiudere. L’italo-brasiliano ha già l’accordo con la Vecchia Signora che sta cercando l’intesa con i gialloblù. Si parla di un prestito con diritto di riscatto fissato a 8 milioni, ma nella trattativa potrebbero rientrare Sorensen (che non dovrebbe più essere inserito in quella per Pereyra) o Fausto Rossi. Romulo è un centrocampista di destra che può giocare anche come interno oppure come terzino destro. Potrebbe fare le veci di Lichtsteiner. Ha svolto persino il ruolo di attaccante esterno e in caso di estrema necessità può essere posizionato a sinistra. Si caratterizza per la duttilità tattica.

Resta sempre da rislvere anche la questione attacco. Marotta ha annucniato che serve un altro giocatore in questo reparto. Rimangono vive le ipotesi che portano ai vari trequartisti, seconde punte o attaccanti esterni:tra gli altri  Jovetic (classe 1989, seconda punta, attaccante esterno) del Manchester City, Nani (classe 1986, attaccante esterno del Manchester United), Lavezzi (classe 1985, attccante esterno, seconda punta) del Psg, Shaqiri (classe 1991, attaccante esterno, trequartista) del Bayern Monaco, Ramirez (classe 1990, trequartista, attaccante esteno) del Southampton. Ma la priorità pare essere una punta ‘un po’ più pura’. Occorre, infatti, fare fronte all’infortunio di Morata. I nomi caldi sono quelli di Lukaku (classe 1993) ed Eto’o (classe 1981, può fare anche la seconda punta o l’attaccante esterno). Il belga gioca nel Chelsea e viene valutato davvero parecchio. Si parla di 40 milioni. O i bianconeri operano una cessione eccellente (attenzione al nome di Vidal) oppure dovranno cercare di convincere i Blues a trovare un’intesa con l’opzione del prestito con diritto di riscatto. Capitolo Eto’o. Dopo la stagione vissuta al Chelsea il giocatore è svincolato. La Juve potrebbe offrirgli un annuale a 3,5 milioni. Su di lui ci sono anche Totthenam e QPR. Secondo Tuttosport il camerunese potrebbe decidere a breve. Oggi giocherà un’amichevole in Portogallo e già nei prossimi giorni potrebbe operare la scelta. Lui ed Evra (già ufficialmente giocatore della Juve) garantirebbero tanta importante esperienza per la Champions. E’ sorto, poi, un duello di calciomercato con il Milan per accapparrarsi il baby Rosseti. E’ nato nel 1994, veste la maglia del Siena. E’ un attaccante eclettico che può giocare sia come prima punta che da supporto a un centravanti. Ha recentemente subito un grave infortunio, ma è condiserato un vero e proprio talento.

Relativamente alle uscite continua a impazzare il caso Vidal. Ieri, di ritorno dalle vancanze post Mondiali, il centrocampista ha dichiarato che parlerà con Allegri poi si deciderà il da farsi. Nel corso di tale intevista rilasciata a Sky, il giocatore si è lasciato sfuggire una battutta ironica. Alla domanda relativa a un  futuro al Manchester United, lui ha risporsto ‘No no, vado ad Alassio‘. Le ultime parole sono state accompagnate da un sorriso. Qualcuno aveva interpretato ‘no vado alla Lazio‘ Occorre ricordare quanto accaduto ieri. Astori, ex calciatore del Cagliari era a un passo dalla Lazio, ma poi all’ultimo secondo la Roma è riuscita ad accapparraselo provocando grande delusione e rammarico nei biancolesti e l’ironia sul web dei cugini giallorossi. In realtà il giocatore pare si riferisse alla località ligure dove trascorrerà alcuni giorni di vacanza. Oggi l’a.d. dei Campioni d’Italia, Marotta, ha dichiarato che il cileno non ha intenzione di lasciare la Juve.

LEGGI ANCHE:

I dettagli della situazione Vidal

Milan Olympiakos: subito un ko pesante per gli uomini di Inzaghi