I casi più caldi del calciomercato della Juventus sono quelli legati a Romulo e Vidal.

Questione Romulo (classe 1987, centrocapista destro o interno, all’occorrenza terzino destro o esterno d’attacco, Verona). Pare proprio che in questa sessione i bianconeri non riescano a concludere un’operazione senza qualche assillo o qualche problema di troppo. Come dichiarato 2 giorni fa, Marotta sperava di chiudere la trattativa entro 24 ore. Invece no. Tutto slittato. Per la Gazzetta dello Sport il giocatore dovrebbe arrivare in prestito oneroso (1 milione) con riscatto a 7 milioni pagabili in tre anni. Si attende che litalo-brasiliano risolva le ultime pendenze con l’Hellas. Attenzione, però, alle voci che giungono salla Spagna dove si parla dell’interesse di una squadra della Liga che potrebbe cercare di inserirsi tra la Juve e i veneti. Marotta ha rassicurato tutti dichirando che il giocatore dovrebbe partire con i bianconeri per la tourneè in Asia e Oceania. Oggi c’è stato un incontro tra le due società e nei prossimi giorni si dovrebbe chiudere.

Caso Vidal. Secondo la Gazzetta dello Sport la situazione potrebbe sbloccarsi quando Fernando Felicevich, agente del giocatore, arriverà in Italia. Su di lui c’è il Manchester United. Ieri dal Cile era giunta la voce di un accordo verbale tra il giocatore e gli inglesi ma, immediatamente dopo, il tecnico Allegri ha affermato che il centrocapista dovrebbe restare in bianconero. La Vecchia Signora rimane stabile su questa posizione: il cileno parte solo se è lui a domandarlo. Vedremo. In caso di cessione la società di Corso Galileo Ferraris disporrebbe di una maggior quantità di denaro da utilizzare sul calciomercato. Nell’ipotesi contraria dovrebbe fare investimenti più mirati, ma avrebbe Arturo Vidal in rosa. Marotta conferma che per ora il calciatore è tranquillo alla Juve.

Altri affari. Serve un difensore. Secondo Tuttosport, per il reparto arretrato, il nome più caldo è quello di Savic (classe 1991, difensore centrale, terzino destro) della Fiorentina. Il quotidiano torinese riporta le parole del suo agente  Zarko Pelicic ‘Sì, la Juventus è sulle tracce del mio assistito. Noi restiamo in attesa  e siamo pronti a trattare nel momento in cui l’operazione entrerà nella fase più calda. Devo anche aggiungere che Savic, oltre che alla Juve, piace ad alcuni altri club europei’. Pare che il giocatore non disprezzi un eventuale trasferimento sotto la Mole, anzi. Inoltre sembra che i viola siano disposti a cederlo ai bianconeri e siano interessati a Isla. Viva quindi l’ipotesi di scambio. Occorre però trovare l’intesa sulle valutazioni economiche dei due calciatori. Domani sarà presentato il nuovo acquisto Evra.

Realtivamente all’attacco. I bianconeri sono a caccia di un uomo in questo reparto. Secondo Tuttosport vorrebbero regalarlo ad Allegri già prima della partenza per la tourneè in Asia e Oceania in programma domenica prossima. Non sarà affatto semplice. Più facile aspettare ‘le solite occasioni di Ferragosto’. Pare ormai sfumata la pista Lukaku vicinissimo all’Everton. I bianconeri avrebbero persino fatto un sondaggio per Gabbiadini (classe 1991, attaccante centrale o esterno). Il giocatore è in comprpoprietà tra i Campioni d’Italia e la Sampdoria, ma nella prossima stagione dovrebbe restare in blucerchiato. Attenzione anche al nome di Samuel Eto’o (classe 1981, punta cetrale, seconda punta o attaccante esterno di destra). Il bomber è svincolato. Altra ipotesi altisonante è quella di Lavezzi (classe 1985, attaccante esterno o seconda punta) del Psg. Di Maria potrebbe sbarcare nella capitale francse. A quel punto i parigini avrebbero bisogno di sacrificare qualche pezzo da novanta. I bianconeri sono alla finastra per El Pocho, ma la concorrenza è tanta e agguerrita: Liverpool, Ateltico Madird e Milan. Non tramonta neppure il sogno Jovetic (classe 1989 seconda punta, attaccante esterno o all’occorrenza prima punta) del Manchester City. Il montenegrino ha affermato di voler rimanere con i Citizien che, a loro volta, l’hanno dichiarato incedibile, ma le vie del mercato sono infinite. Si monitora anche Osvaldo (classe 1986, punta centrale o seconda punta del Southampton). Su di lui c’è anche l’Inter. Più sfumate le idee Lamela (classe 1992 attaccante esterno) del Totthenam e Destro (classe 1990, punta centrale) della Roma.

Intanto a Pescara sbarca Mathias Pogba, il frattello dello juventino Paul. Mathias è nato nel 1990 (tre anni più grande del Polpo). A differenza del bianconero, che ha optato per la nazionale francese, il futuro pescarese ha scelto la Guinea. Arriva dal Crewew Alexandra. Il giocatore firma con gli abruzzesi.

LEGGI ANCHE:

Il caso Vidal

Notizie sul calciomercato del Milan