Ultime intensissime ore di calciomercato. Sono in corso affari e trattative bollenti. Si stanno vivendo istanti frenetici.

In casa Juventus resta calda la questione Vidal (foto by Infophoto). Secondo Tuttosport il Manchester United non molla la presa su Arturo e dall’Inghilterra giungono voci su una possibile offerta dell’ultimo minuto. Si parla di circa 50 milioni. In ogni caso la Vecchia Signora sarebbe pronta a declinare gentilmente tale proposta. I tifosi bianconeri, che a causa di questa telenovela hanno dovuto vivere con il fiato sospeso tutta l’estate, sono alle ultime fatiche. Perdere il Guerriero proprio negli istanti finali sarebbe una beffa clamorosa e praticamente impossibile da digerire. Re Artù è troppo importante per il progetto di Allegri. Chiudere questa sessione di calciomercato senza aver perduto nè lui, nè Pogba rappresenterebbe un grande segnale di forza. Resistere alle ricche lusinghe dei top club significherebbe avere obiettivi ambiziosi.

In uscita da sottolineare anche il nome di De Ceglie che si trasferisce in prestito al Parma.

I bianconeri, poi, valutano le varie idee per completare il loro attacco.  Svanita l’ipotesi Chicharito Hernandez (classe 1988, attaccante centrale) del Manchester United. Il giocatore vestirà la maglia del Real Madrid. Complicatissima, praticamente impossibile, anche la pista che porterebbe a Radamel Falcao (classe 1986, attaccante centrale) del Monaco. Il quotidiano spagnolo As afferma che il bomber sarebbe vicinissimo ai Red Devils. I bianconeri valutano altri nomi per il loro reparto avanzato. Il Corriere dello Sport e la Repubblica parlano di un ritorno di fiamma su Podolski (classe 1985, attaccante esterno, seconda punta o punta centrale) dell’Arsenal. Anche questa ipotesi è complessa. Dopo l’infortunio occorso a Giroud i Gunners sono abbastanza restii a lasciar partire il tedesco. Tuttosport insiste sul Tanque Denis (classe 1981, attaccate centrale) dell’Atalanta. Il neroazzurro avrebbe un prezzo abbordabile.  Il quotidiano torinese non esclude neppure Luiz Adriano (classe 1987, attaccante centrale) dello Shakthar Donetsk. Il brasiliano vorrebbe lasciare l’Ucraina. Attenzione anche allo svincolato Nilmar (classe 1984, attaccante centrale o seconda punta). Rimane viva la pista che porterebbe a Gabbiadini (classe 1992, prima punta o attaccante esterno) in comproprietà tra i Campioni d’Italia e la Sampdoria. In ogni caso i bianconeri non faranno mosse affrettate. Occorre non correre il rischio di vivere un altro caso Bentdner, Anelka od Osvaldo. Anche se ci sarà necessità di ulteriori conferme, schierato come attaccante, il diciottenne Coman sta fornendo buone risposte (leggi qui i dettagli). A proposito di questo reparto: secondo Tuttosport domani Morata potrebbe tornare ad allenarsi in gruppo. E’ possibile che sia pronto subito dopo la sosta per le nazionali, per la sfida di campionato contro l’Udinese. Molto positivo. Un altro rinforzo per Allegri che, fino a ora non ha mai potuto usufruire del giovane spagnolo. Per quella data cercherà di recuperare anche Barzagli.

In attesa di un ‘nome grosso’ i bianconeri si assicurano un giovane attaccante: è Alessandro Eleuteri. Classe 1998 arriva dall’Ascoli. E’ un prospetto davvero interessante.  Fa parte della nazionale under 16. Sbarca a Torino in prestito.