Siamo nell’ultimo intenso giorno di calciomercato. La Juventus prosegue nelle sue trattative finali e lascia partire De Ceglie (foto by Infophoto) che passa al Parma in prestito.

Intanto il Giudice Sportivo Tosel infligge alla Vecchia Signora un’ammenda da 20.000 euro per cori ‘incitanti alla violenza e alla discriminazione territoriale‘ intonati dai tifosi durante il vittorioso debutto in serie A sabato scorso al Bentegodi contro il Chievo. Le ingiurie sarebbero state rivolte a Napoli e ai napoletani.

Proprio durante questo match, il difensore bianconero Caceres è stato determinante nell’azione che ha prodotto l’autorete dell’1-0 per i bianconeri. Risultato con il quale si è conclusa la gara. L’uruguayano ha esultato ponendosi il pallone sotto la maglia a indicare l’imminente nascita di un figlio. Oggi il lieto annuncio. E’ venuto alla luce il suo secondo genito Leon.

Proprio per la buona prestazione disputata durante la sfida di Verona è salito all’onore delle cronache Coman (leggi qui i dettagli) che è attualmente in ritiro con l’under 21 transalpina, ha parlato a Le Parisien: ‘Quando sono venuto qui a Torino, mi hanno detto che se fossi stato bravo avrei avuto la possibilità di giocare. E così è stato, il momento è subito arrivato.  E’ stato solo un primo match, a Verona con il Chievo. Mi sono dato come obiettivo di disputarne almeno 15-20 in questa stagione. Più tardi faremo un bilancio, ma va già molto bene.  Se restavo al Psg sarebbe sarebbe stata più dura. In Italia sono visto come una recluta ed è più facile. Tutti se ne fregano della mia età. Sono sicuro che all’interno della squadra nessuno sa quanti anni ho. Guardano soltanto il mio livello e le mie qualità. Ma non cerco una rivincita nei confronti del Psg, tipo “guardate, avreste dovuto farmi giocare”. Paul Pogba mi ha dato lo spunto? Sì. Quando i dirigenti mi hanno proposto il loro progetto, mi hanno parlato di Paul. E’ un esempio fresco che dimostra che i giovani a Torino hanno una chance’.  Prosegue su RabiotE’ un caso simile al mio. Ci siamo parlati e gli ho detto che è interessante giocare in Italia. Ma Adrien è grande al punto da poter fare la sua scelta da solo’. Un messaggio ai tifosi pariginiSe non hanno capito, pazienza… E’ stata una decisione ponderata da parte mia. So perché me ne sono andato e non ho nessun conto da regolare con il Psg. Volevo solo essere considerato in virtù del mio valore’. Coraggio e sfrontatezza da vendere. Personalità niente male a soli 18 anni.

LEGGI ANCHE:

Lite Grandolfi-Ferrari