Siviglia e Inter hanno confermato i sospetti iniziali: il centrocampo della Juventus è incompleto. Andatosene Pogba, Asamoah e Lemina non bastano se vuoi puntare ad ogni trofeo ed ecco perché la nuova missione per aggiungere un big nella linea mediana.

CHI LA DURA LA VINCE

I dirigenti bianconeri stanno lavorando con grandissima determinazione. Gli obiettivi rimangono quelli: Matuidi del Paris Saint Germain e Witsel dello Zenit. Più facile il secondo che è in scadenza di contratto, ma il buon Blaise non è impossibile. E ciò nonostante ai piedi della Tour Eiffel il neo tecnico Unai Emery, pur cominciando la sua nuova avventura un po’ a rilento, abbia nel frattempo costruito una squadra che esalta le sue qualità.

ATTRAZIONE FATALE

Il 29enne francese, punto di forza della selezione di Didier Deschamps vice campione d’Europa, desidera emigrare in altri campionati. La Ligue 1 è di un gradino sotto alle top leghe europee e Matuidi non nasconde l’attrattiva che riscuote nei suoi confronti la “Vecchia Signora”. Il suo compagno di stanza in Nazionale Sissoko, attualmente al Tottenham, ha ribadito che il suo amico vuole solo ed esclusivamente la Juve. Un quadretto che lascia presupporre all’ennesimo assalto nella finestra invernale di Andrea Agnelli e Beppe Marotta per il centrocampista, che piace particolarmente a Massimiliano Allegri. L’unico freno è che non potrà giocare gli eventuali ottavi di Champions League essendo sceso in campo, nella stessa manifestazione, con il Paris Saint Germain. Servirebbe però a ribadire l’egemonia nazionale, centrando il record assoluto di sei campionati consecutivi.

WITSEL IN AUGE

Riguardo a Witsel dello Zenit, egli aveva già raggiunto un’intesa con la Juventus a fine agosto, trascorrendo una giornata a Torino con i responsabili di corso Galileo Ferraris. In scadenza di contratto, da gennaio avrà la facoltà di scegliere il club dove andare a giocare. Un significativo risparmio economico che ne suggerisce ulteriormente l’ingaggio.