Fioccano i nomi prestigiosi sull’orizzonte del calciomercato Juventus. Se Ilkay Gundogan resta il sogno, probabilmente irraggiungibile, per sistemare un centrocampo ancora troppo dipendente dai soliti noti (Marchisio e Pogba su tutti), spostando il mirino qualche metro più avanti si può scorgere il profilo di Francisco Roman Alarcon Suarez, per tutti Isco. Il talento del Real Madrid sta faticando a trovare spazio nella squadra di Rafa Benitez – per lui solo 41′ nelle ultime sei giornate di Liga – e a soli 23 anni non ha voglia di restare a guardare dopo aver recitato un ruolo di primo piano con Carlo Ancelotti.

Secondo la stampa britannica, sul trequartista andaluso sarebbe fortissimo il pressing del Manchester City: addirittura, martedì prossimo sarebbe in programma un incontro tra i rappresentanti del giocatore e la Casa Blanca, nel quale verrà chiesto a Florentino Perez di lasciar partire Isco, direzione Premier League. E il City, ovviamente, ha tutte le possibilità di soddisfare le richieste economiche del Real Madrid, che per il suo gioiello chiede non meno di 35 milioni di euro.

Se fosse una mera questione di soldi, la Juve non avrebbe praticamente chance. Ma nel calcio non è sempre solo una questione di soldi e Beppe Marotta ha due importanti punti di appoggio su cui far leva per convincere Isco e il Real Madrid. Il primo è puramente tecnico: in bianconero Isco troverebbe certamente lo spazio che sta cercando, anzi sarebbe una delle stelle della squadra. Il secondo, invece, riguarda un giocatore che si trova paradossalmente a vivere una situazione non dissimile da quella di Isco, ovvero Alvaro Morata.

Il centravanti spagnolo sta vivendo una stagione decisamente al di sotto delle aspettative, dopo la scoppiettante annata 2015-16, e nelle ultime settimane è stato regolarmente soppiantato dalla coppia Mandzukic-Dybala. Il Real Madrid potrebbe esercitare la famosa clausola di recompra (circa 35 milioni di euro), anche se l’ultima parola spetterebbe comunque al giocatore stesso. Considerata la situazione nel suo complesso – Morata e Isco che vorrebbero cambiare aria, costo molto simile dei due cartellini, ottimi rapporti tra i due club – la Juve potrebbe proporre al Real uno scambio sostanzialmente alla pari tra i due giocatori. Anche se è tutto da stabilire se questo Morata sia effettivamente in grado di trovare più spazio nelle merengues che non in bianconero.