Continua il tormentone legato al futuro di Antonio Conte il cui contratto con la Juventus scadrà nel 2015. La questione è ormai nota e arcinota. La volontà comune ad entrambe le parti sembra quella di proseguire insieme, ma la sensazione è che la fine del matrimonio non sia poi così da escludere. L’allenatore bianconero sa che l’asticella degli obiettivi dei supporter della Vecchia Signora si sta alzando. Dopo aver visto la loro compagine dominare senza lasciare scampo a nessuno in campionato, vorrebbero ampliare i loro orizzonti anche oltreconfine. Il tecnico salentino nota che, con i mezzi che la Juve gli ha messo fino ad ora a disposizione, la campagna europea non può arrivare a livelli straordinari. I vari Real Madrid, Barcellona, Bayern Monaco sono parecchio lontani, anche economicamente, e ripetere quanto fatto da Simeone con l’Atletico Madrid non è certo facile. Il Cholo, infatti, affronterà la finale di Champions con i suoi Colchoneros e sfiderà i Galacticos. Non bisogna dimenticare che a molti bianconeri manca anche la necessaria esperienza a livello internazionale. Nota, poi, che questa squadra è abbastanza provata da tre anni di successi e necessita di nuova linfa, preferendo tuttavia non perdere le sue stelle. Tali paiono le principali garanzie che sta cercando dalla società di Corso Galileo Ferraris.

Il salentino sarà o non sarà il tecnico dei Campioni d’Italia anche nella prossima stagione? Il dubbio è atroce. Di quelli che non lasciano per nulla sereni i tifosi bianconeri.

Si perchè la maggior parte di loro vorrebbe vedere il condottiero del fantastico tris di scudetti consecutivi seduto sulla panchina della squadra del cuore anche nell’avvenire. Alcuni, però, stanno lentamente perdendo la fiducia nel Capitano. Nonostante lui abbia più volte manifestato l’amore per la Juventus lo sentono un po’ più distaccato rispetto ai primi tempi. Sono leggermente infastiditi dai suoi ultimi atteggiamenti e sono estremamente spaventati dall’idea dell’ alto tradimento. In ogni caso sul web sono già iniziati i primi movimenti per cercare di convincerlo a rimanere a Torino. Domenica davanti all’hotel ci sarà una manifestazione per cercare di convincere società e tecnico a trovare l’accordo per non lasciarsi (leggi qui i dettagli). Le varie ipotesi di sostituti: Montella, Mancini, Spalletti (che questa sera sarà a Torino per la finale di Europa League, chissà che non ci sia un contatto con la Juve), Allegri, Simeone non convincono pienamente i tifosi bianconeri. L’idea di vedere l’attuale allenatore del Galatasray sul suolo sabaudo tormenta parecchio la maggior parte di loro che legano alla sua figura uno dei principali rappresentanti dell’Inter dell’era Calciopoli. In quel periodo, infatti, il Mancio era il tecnico neroazzurro.

In ogni caso non sarà certamente facile per l’eventuale sostituto raccogliere un’eredità così importante. Per riuscire ad essere all’altezza dovrebbe centrare l’obiettivo europeo, mentre in Italia raggiungere i risultati di Conte sarà un’impresa molto complessa.

Intanto prosegue la costruzione della Juve del futuro. Il tutto sarebbe facilitato se si conoscesse il nome di colui che si siederà sulla panchina bianconera nella prossima stagione, ma bisogna fare di necessità virtù. Rimane molto calda la pista legata a Sanchez. Il giocatore del Barcellona, dal punto di vista realizzativo, sta vivendo la sua migliore stagione da quando è in Catalogna. Ha già messo a segno 18 reti in 33 presenze e domenica, al Camp Nou, la sua squadra si giocherà la vittoria della Liga nel caldissimo scontro diretto con L’Atletico Madrid. Secondo Tuttosport il giocatore avrebbe già dato l’assenso per il suo trasferimento a Torino. Si parla di un contratto triennale a circa 3 milioni di euro a stagione. Ora i Campioni d’Italia starebbero cercando di arrivare a un punto d’incontro con i blaugrana. Gli iberici chiederebbero circa 22 milioni, la Juve ne propone 17. I vertici di Corso Galileo Ferraris gradirebbero chiudere prima dell’inizio del Mondiale. Vedremo. Certo il Nino Maravilla, pur nascendo seconda punta, può giocare esterno di attacco. Questo faciliterebbe ai bianconeri il passaggio a un più europeo 4-3-3. Intanto fa sentire la sua voce anche Ciro Immobile che pare chiudere alle possibilità di un suo futuro nelle fila della Vecchia Signora.

Relativamente agli affari in uscita La Gazzetta dello Sport parla di una possibile cessione importante come quella di Vidal. Il centrocampista cileno stuzzica le fantasie delle grandi di Spagna, Real e Barca, e il suo cartellino costerebbe circa 40 milioni. Eventualmente potrebbe rientrare nell’affare Sanchez, ma anche i Galacticos possiedono giocatori che interessano particolarmente i bianconeri: tra gli altri Morata. Tramite la sua cessione, poi, Marotta e colleghi potrebbero racimolare un importante tesoretto da reinvestire sul mercato. Una sua partenza potrebbe precludere l’addio di Pogba alla Vecchia Signora. Certo che prima di privarsi di un calciatore come il cileno bisogna pensarci mille e più volte.

LEGGI ANCHE:

Tevez Mondiale 2014: in Brasile non ci sarà, l’elenco dei pre-convocati dell’Argentina

Buffon D’Amico: le immagini dell’incontro d’amore segreto avvenuto a Milano