Si inizia già a pensare alle prima manovre di calciomercato per gennaio, con la Juventus che piomba di nuovo su Fredy Guarin.

Un ritorno di fiamma per il centrocampista colombiano, già cercato dal club piemontese nel 2014 in quello scambio con Vucinic che poi non si concretizzò. D’altronde i bianconeri sono in piena corsa per tornare a recitare il ruolo che meglio gli spetta, tanto d’aver ridotto il distacco dalla prima in classifica a soli sei punti: “Il mercato invernale è di riparazione – ha detto a più riprese l’amministratore delegato bianconero, Beppe Marottanoi siamo contenti di quello estivo, al di là dei grandi infortuni, non dobbiamo riparare né abbiamo un ritardo evidente. Valuteremo eventuali opportunità, ma non sarà come raccogliere il salvagente”.

Gli interventi più urgenti saranno sicuramente in mediana, visto che Sami Khedira non sempre è stato a disposizione del tecnico e una valida alternativa è necessaria. Il prezzo di Guarin potrebbe aggirarsi intorno ai 10 milioni di euro, cifra giusta da spendere in quanto potrebbe essere utilizzato anche in chiave Champions League.

Il colombiano, inoltre, non è un punto fisso nello scacchiere tattico di Roberto Mancini e potrebbe dunque partire, alla luce anche di quanto annunciato sempre da Erik Thohir e Piero Ausilio: la squadra deve autofinanziarsi, giusto far partire i giocatori che non si ritengono indispensabili.

Fredy Guarin, nato a Puerto Boyacá il 30 giugno 1986, dopo essere stato vicinissimo a uno scambio con Mirko Vucinic della Juventus a gennaio, il 24 marzo 2014 rinnova il proprio contratto con l’Inter fino al 2017 con un ingaggio annuale da 2,8 milioni netti più 600.000 euro di bonus.