La Juventus è assolutamente scatenata sul calciomercato.

I bianconeri hanno definito l’affare Patrice Evra, terzino sinistro classe 1981, con il Manchester United (proprietario del cartellino) e si attende l’ufficialità. Agli inglesi dovrebbe andare una cifra vicina ai 2 milioni di euro mentre il giocatore firmerà un biennale da 3,5 milioni di euro a stagione.  Ora molti si chiederanno il perché di questo colpo della Vecchia Signora. Il francese non è giovane, ha 33 anni, e la politica della società di Corso Galileo Ferraris pare quella di puntare su giocatori in un’età più tenere (vedi Iturbe e Morata). Il difensore non pareva essere nemmeno tra le prime scelte del tecnico Antonio Conte. Tutto vero ma, come riferisce la Gazzetta dello Sport, i Campioni d’Italia non possono permettersi di spendere cifre esorbitanti, di fare follie e sotto questo aspetto Evra pareva proprio un’occasione. Il francese, inoltre, garantisce grande esperienza. Ha vinto tanto e giocato due finali di Champions (una persa, una vinta). Negli scorsi anni tale prerogativa è mancata molto alla truppa di Conte in ambito internazionale e in questa stagione non vuole certo sfigurare. Il terzino può portare un importante contributo. Dal punto di vista tattico, poi, Evra può ricoprire sia il ruolo di terzino in una difesa a 4 sia quello di esterno di centrocampo in un reparto a 5. Utile quindi sia per il tanto agognato passaggio al 4-3-3, ma anche per essere una valida alternativa ad Asamoah nel 3-5-2. La speranza dei tifosi della Vecchia Signora è che non si ripeta un altro caso Lucio. Arrivato a Torino nell’estate del 2012, ha vissuto 6 mesi incolori prima di fare le valigie nella sessione invernale di mercato. Evra pare un’altra cosa.

Capitoli Iturbe e Morata

Juan Manuel Iturbe, classe 1993 attaccante esterno del Verona. Marotta e colleghi avrebbero trovato l’intesa con l’Hellas sulla base di 25 milioni più 2 di bonus. Pare manchi solo l’incontro per la chiusura. I bianconeri e il giocatore hanno già trovato da tempo un accordo.

Alvaro Morata, classe 1992 punta centrale (sa fare anche l’attaccante esterno) del Real Madrid. Lo spagnolo e la Juventus hanno un’intesa ormai da tempo immemorabile. Quadriennale da 2,2 milioni a stagione. Pare che i bianconeri abbiano trovato l’accordo anche con i blancos. Il bomber si trasferirà sotto la Mole per 18 milioni di euro. I galacticos potranno usufruire della tanto discussa ’clausola de recumpra’. Secondo il giornalista Sky Gialuca Di Marzio sarebbe fissata a 30 milioni dopo la prima stagione, 35 dopo la seconda per diventare poi un diritto di prelazione. La Gazzetta dello Sport, invece, parla di una cifra vicino ai 38 milioni. Ma che cos’è questa ‘clausola de recompra’, istituto contrattuale cardine in questo accordo? L’avvocato Grassani spiega a Tuttosport ‘La clausola ‘di recompra’, istituto tipico dell’ordinamento calcistico spagnolo, consiste nel riconoscimento alla società che trasferisce un calciatore un diritto potestativo – assimilabile ad una opzione – che consente a quest’ultima di tesserare nuovamente l’atleta a titolo definitivo a fronte del pagamento di un corrispettivo, spesso predeterminato, solitamente superiore a quello di vendita. Molto frequentemente, siffatto diritto può essere esercitato in un periodo limitato nel tempo, ad esempio entro la fine di una determinata stagione. Poiché i contratti di trasferimento internazionale dei calciatori, a differenza di quelli interni, sono molto più complessi e lasciano alle parti ampia libertà negoziale, ogni clausola può essere plasmata dalle parti a loro piacimento, tanto che sono frequenti le disposizioni che introducono una sorta di ‘prelazione’, che consente al club cedente di riaggiudicarsi il calciatore, qualora la cessionaria intenda trasferirlo, ‘pareggiando’ l’offerta di club terzi eventualmente interessati ad avvalersi delle prestazioni dell’atleta. Peraltro, il Real Madrid risulta piuttosto aduso – come policy aziendale – a riservarsi simili diritti sui propri tesserati in uscita‘.  Il giocatore, poi, starebbe raggiungendo un accordo per il rinnovo del contratto con i Campioni d’Europa dopo il 2015. In tal modo permetterebbe loro di tutelarsi in caso di ricompra. Le cifre non sono delle più basse, ma il calciatore pare avere le carte in regola per ben figurare in bianconero. E’ alto e forte di testa, ma anche veloce e bravo di piede. Buon fiuto del gol. Inoltre è molto entusiasta della nuova avventura e sta facendo di tutto per prepararsi al meglio. Ha già cercato più volte di contattare il suo futuro compagno e connazionale Llorente per chiedergli informazioni sulla vita bianconera. La spada di Damocle della trattativa rimane sempre questa clausola di riacquisto. E’ vero che la Juve incasserebbe una buona somma, ma rischia di valorizzare un calciatore a favore di un altro club.

A parte questi tre caldissimi nomi, la Juventus ha anche altre idee in entrata.

La gazzetta dello Sport fa il nome di Romulo (centrocampista di destra o centrale, ma all’occorrenza anche terzino destro classe 1987 del Verona). L’italo-brasiliano potrebbe rientrare in una trattativa che coinvolgerebbe anche i bianconeri Buchel e Padoin. Rispunta anche il nome di Guarin, centrocampista centrale classe 1986 dell’Inter. Con i neroazzurri si profila anche un duello per Pereyra (jolly di centrocampo o attaccante esterno classe 191 dell’Udinese).

Relativamente alle uscite.

I bianconeri potrebbero andare incontro a una cessione importante anche per finanziare gli affari in entrata. Si continua ad associare il nome di Arturo Vidal al Manchester United. La trattativa per Evra potrebbe far pensare che le due società possano aver parlato anche del cileno, ma Gianluca Di Marzio nega tale ipotesi. Secondo Tuttosport la Juve e il giocatore non vorrebbero separarsi. Il Guerriero sogna un futuro da capitano della Vecchia Signora e Conte non vorrebbe mai privarsi di un calciatore con le sue caratteristiche.  Solo una cifra da capogiro (si parla di 60 milioni) potrebbe far vacillare i vertici bianconeri. L’altro nome caldo è quello del Poplo Pogba. Ieri il giocatore è stato avvistato a Londra, ma era solo in vacanza. Per lui il Daily Express parla di un’offerta del Chelsea di 60 milioni di euro o una cifra inferiore e l’inserimento di Ramires.

LEGGI ANCHE:

Evra alla Juventus: dopo Morata ecco il secondo colpo di calciomercato dei bianconeri