Il passaggio di Arturo Vidal dalla Juventus al Bayer Monaco – non è ancora stata data l’ufficialità, si lavora per limare alcuni dettagli relativi ai bonus e all’ingaggio del giocatore, ma l’affare si farà – sembrava aver aperto un canale preferenziale tra i due club anche per ciò che riguarda altre operazioni, prima fra tutte quella che avrebbe potuto portare Mario Gotze a vestire il bianconero. Per piegare la resistenza dei bavaresi, non troppo entusiasti di lasciar partire a cuor leggero l’eroe nazionale di Brasile 2014, Beppe Marotta contava di poter far leva sul rapporto difficile tra l’ex Borussia Dortmund e Pep Guardiola, colpevole (a detta dell’entourage del giocatore) di averlo trascurato un po’ troppo spesso nelle partite decisive, vedasi semifinale di Champions League contro il Barcellona. In realtà, il tecnico catalano non sembra affatto ben disposto verso l’idea di fare a meno del talentuoso attaccante: “Mario è un top player, un giocatore della mia squadra e, per quanto mi riguarda, resta qui. Contro il Valencia non ha giocato per un piccolo problema muscolare, oggi però sta meglio e se starà bene, dopodomani contro l’Inter giocherà. Per me resta“, ribadisce Guardiola, “anche se so bene che non decide solo l’allenatore, tutto poi dipende dalla società“.

Parole che sembrano chiudere, almeno per il momento, la porta all’eventuale partenza di Gotze. Certo, va anche detto che lo stesso Guardiola, nell’estate 2010, dichiarò incedibile Zlatan Ibrahimovic, e questo non impedì a Milan e Barcellona di concludere la trattativa. Nonostante le dichiarazioni di facciata, infatti, il club blaugrana sapeva bene che i rapporti tra lo svedese e il suo allenatore erano quantomai tesi, e che una guerra civile latente nello spogliatoio non era il miglior viatico per una stagione di successi. Ecco perché non è affatto da escludere che il Bayern Monaco, nonostante le mani avanti di Guardiola, decida comunque di ascoltare la proposta bianconera. Soprattutto se questa dovesse prevedere una clausola di recompra, sulla falsariga di quanto fatto con Alvaro Morata. In altre parole, la Juve potrebbe acquistare Gotze a 35-40 milioni di euro, dando la possibilità al Bayern Monaco di ricomprarlo dopo due anni per una cifra leggermente superiore (45-50). D’altra parte, è tutt’altro che scontato che nel 2017 sulla panchina dei bavaresi ci sia necessariamente Pep Guardiola.