L’incontro di ieri a Vinovo tra Andrea Agnelli, Antonio Conte, Beppe Marotta e Pavel Nedved pare avere riavvicinato il tecnico dei tre scudetti consecutivi alla Juventus. E’ solo un approccio, ma in vista del summit decisivo, probabilmente in programma la prossima settimana, tutto questo è particolarmente significativo. L’allenatore e il Presidente si sono salutati e abbracciati tra i sorrisi ben consapevoli di essere visti da giornalisti e fotografi accorsi allo Juventus Center anche in vista dell’amichevole dei Campioni d’Italia contro il Vicenza (5-0 per la Juve). L’impatto mediatico è quindi abbastanza chiaro ed evidente. La dirigenza potrebbe avere dato al Capitano qualche garanzia relativamente al calciomercato. Kolarov, Lulic e Nani paiono davvero ad un passo dal trasferimento a Torino e, anche se  non sono tutti prime richieste del condottiero, si è deciso di guardare oltre. Inoltre Conte potrebbe vedere aumentato il suo ingaggio passando da tre milioni più bonus a quattro milioni più bonus a stagione. Dal canto suo il tecnico sa che la società non può svenarsi e, pur volendo percorrere un buon cammino in Champions, non farà grandi promesse, nè tanto meno illuderà i tifosi relativamente a un immediato e glorioso traguardo europeo. Si cercherà di andare il più avanti possibile, ma senza chiodi fissi.

In ogni caso la Juve non vuole farsi trovare impreparata e sta cercando di elaborare il ‘Piano B’. Se proprio non si riuscisse a trovare l’accordo con Conte le ipotesi più quotate sono Spalletti o Montella. Per arrivare al primo, però, bisognerebbe pagare una clausola allo Zenit San Pietroburgo (squadra che l’ha esonerato pochi mesi fa) per riuscire a liberarlo.

In questo periodo in cui in casa Juve tiene banco il futuro di Antonio Conte si parla anche di alcuni nomi di giocatori che interessano ai Campioni d’Italia. Certamente risolvere il nodo relativo al tecnico è una questione  primaria anche in vista di tutti gli altri movimenti di calciomercato, ma è comunque interessante andare a scoprire le caratteristiche degli obiettivi dei bianconeri.

DIFENSORI

Shokodran Mustafi: nasce in Germania il 17 aprile 1992. Gioca nella Sampdoria. Il suo piede preferito è il destro. E’ difensore centrale, ma può giocare anche terzino destro. E’ tra i pre-convocati  per il Mondiale 2014 della nazionale tedesca.

Aleksander Kolarov: nasce in Serbia il 10 novembre 1985. Gioca nel Manchester City. E’mancino. E’ un terzino sinistro, ma può giocare anche esterno in un centrocampo a 5 oppure esterno in un tridente offensivo. Veste la maglia della nazionale serba.

Patrice Evrà: nasce in Senegal il 15 maggio 1981. Ha doppia nazionalità: senegalese e francese. Gioca nel Manchester United. Il suo piede preferito è il mancino. E’ un terzino sinistro che può giocare anche esterno sinistro di centrocampo. E’ tra i pre-convocati per il Mondiale 2014 della nazionale francese. Su di lui pare esserci anche l’Inter.

CENTROCAMPISTI

Adrien Rabiot: nasce in Francia il 3 aprile 1995. Gioca nel Psg. E’ mancino. Centrocampista centrale, ma può giocare anche a sinistra oppure davanti alla difesa. Veste la maglia dell’under 21 transalpina.

Daniele Baselli: nasce a Brescia il 12 marzo 1992. Gioca nell’Atalanta. Il suo piede è il destro. E’ un centrocampista centrale che può giocare anche a destra o davanti alla difesa. Veste la maglia della nazionale under 21 italiana.

Senad Lulic: nasce in Bosnia Erzegovina il 18 gennaio 1986. Ha doppia nazionalità bosniaca e svizzera. Gioca nella Lazio. Il suo piede preferito è il destro.  E’ un esterno sinistro di centrocampo a 4 o a 5, ma può giocare anche terzino sinistro o attaccante esterno mancino. E’ tra i pre-convocati  per il Mondiale 2014 della nazionale bosniaca.

ATTACCANTI

Alexis Sanchez:  nasce in Cile il 19 dicembre 1988. Gioca nel Barcellona. Il suo piede preferito è il destro. Può essere schierato seconda punta oppure esterno d’attacco di destra o di sinistra. E’ tra i pre-convocati per il Mondiale 2014 della nazionale cilena.

Angel Di Maria: nasce in Argentina il 14 febbraio 1988. Gioca nel Real Madrid. E’mancino. E’ un attaccante esterno di destra, ma può essere schierato anche dietro le punte, a sinistra o persino mezz’ala.  E’ tra i pre-convocati per il Mondiale 2014 della nazionale argentina.

Nani: nasce a Capo Verde il 17 novembre 1986. Ha doppia nazionalità portoghese e capoverdiana. Gioca nel Manchester United. E’ ambidestro. E’ attaccante esterno di destra, ma può giocare anche a sinistra. E’ tra i pre-convocati per il Mondiale 2014 della nazionale portoghese.

Juan Cuadrado: nasce in Colombia il 26 maggio 1988. Gioca nella Fiorentina, ma è in comproprietà con l’Udinese. Il suo piede preferito è il destro. E’ un attaccante esterno di destra, ma può giocare anche esterno destro d un centrocampo a 4 o 5 o persino terzino destro. E’ tra i pre-convocati per il Mondiale 2014 della nazionale colombiana.

Victor Ibarbo: nasce in Colombia il 19 maggio 1990. Gioca nel Cagliari Il suo piede preferito è il destro. E’ una seconda punta che può fare anche l’attaccante esterno di destra o di sinistra. E’ tra i pre-convocati per il Mondiale 2014 della nazionale colombiana.

Alvaro Morata: nasce in Spagna il 23 ottobre 1992. Gioca nel Real Madrid. Il suo piede preferito è il destro. E’ una punta centrale, ma può anche giocare attaccante esterno di destra o di sinistra. La scorsa estate ha conquistato il campionato europeo con la nazionale under 21 spagnola.

Mario Mandzukic: nasce in Croazia il 21 maggio 1986. Il suo piede preferito è il destro. Gioca nel Bayern Monaco. E’ una punta centrale, ma può giocare anche come esterno offensivo di destra o di sinistra. E’ tra i pre-convocati per il Mondiale 2014 della nazionale croata. Oggi il giocatore croato è stato scaricato da Guardiola e pare destinato a un futuro lontano da Monaco.