Alla Juventus è scoppiato il caso Andrea Pirlo. Niente di irreparabile, ma i segnali sono preoccupanti. Il centrocampista bresciano contro il Verona è stato sostituito per la seconda volta consecutiva, una scelta che l’ha fatto infuriare tanto da andare direttamente negli spogliatoi senza salutare Antonio Conte, che a fine partita ha sbottato: “Jorginho lo seguiva pure in bagno. Ma non può andar via senza salutare i compagni”.  Tra i due qualcosa si è rotto e potrebbe influire sulle scelte future dell’ex Milan, che ha il contratto in scadenza nel 2014. Pirlo ha più volte ribadito che per restare in bianconero vuole garanzie tecniche, le stesse che la Juventus non è in grado di dargli. Ecco perchè dopo il Mondiale, l’ultimo con la maglia azzurra, potrebbe fare la valigia per chiudere la carriera all’estero.

La Juventus non vuole farsi trovare impreparata e pensa già al sostituto. Il primo nome in cima alla lista dei desideri di Marotta è  quello di Xabi Alonso, centrocampista spagnolo classe 1981 del Real Madrid, in scadenza il prossimo giugno, proprio come Pirlo. Per l’ex Liverpool è pronto un biennale da 4,5 milioni di euro netti a stagione, ma Milan e Arsenal non mollano. L’alternativa è rappresentata dall’italo-argentino Jorginho, che Conte ha promosso dopo il match di ieri. Classe 1991, il volante del Verona è un obiettivo anche della Fiorentina, che l’ha scelto come erede di Pizarro.