Stando alle voci circolanti sulla stampa tedesca e sui siti sportivi più informati, non ci sono dubbi sul fatto che Mehdi Benatia giocherà con la Juventus nella stagione 2016-2017. Il dopo-Guardiola al Bayern Monaco potrebbe prevedere una diaspora di giocatori che, a prescindere dal nuovo progetto in ballo con il nuovo allenatore di Baviera Carlo Ancelotti, intravvedono la possibilità o di seguire lo stesso Guardiola al Manchester City, oppure accasarsi in altri top club europei.

Per quanto riguarda più nello specifico il difensore ex Roma, è vero che il club bianconero ce l’ha come si suol dire nel mirino e uno degli acquisti importanti che si accingerà a concludere è proprio quello che prevede un difensore centrale. Durante l’attuale stagione, i ripetuti infortuni di Chiellini e Barzagli (senza dimenticare quello di Caceres) hanno costretto la Juve a tamponare il reparto. Inoltre è in forse anche il futuro di Bonucci visto che stanno fioccando proposte – anche indecenti – per strappare il difensore alla sua squadra del cuore.

Già si parla di cifre per Benatia che toccano i 26 milioni di euro: 2 per il prestito oneroso e 24 per il riscatto, ma sono numeri che per ora lasciano il tempo che trovano poiché è chiaro che la Juve partirà da una proposta ben più economica. Almeno inizialmente. La cosa sicuramente confortante è che il giocatore marocchino abbia già espresso pareri favorevoli sul fatto di poter tornare a giocare in Italia, perché col Bayern ha giocato poco – anche a causa di qualche problema fisico di troppo – e in Bundesliga si è invero adattato poco. Benatia ha acquistato casa a Roma ma un trasferimento a Torino, anche solo per un anno, non gli creerebbe alcun problema, pur di poter giocare in un club come la Juventus.

Anche il denaro non dovrebbe essere un grosso problema, sia per il Bayern, sia per il giocatore stesso che a Monaco guadagna cifre sontuose (circa 4 milioni di euro annui) ma che non incontrerebbe problemi nell’accettare un ingaggio meno robusto a Torino. I bavaresi dal canto loro lo hanno pagato 28 milioni di euro nel 2014 alla Roma (i 2 di bonus non li ha pagati poiché legati a presenze non timbrate) ma visti gli infortuni e le poche presenze, il prezzo potrebbe scendere senza difficoltà.