Se non si considera l’uscita – con tatto di contratto faraonico – di Giovinco al Toronto, il calciomercato juventino di gennaio in entrata è ancora fermo al palo, e non sembrano esserci segnali di ripresa. A riportare l’attenzione sul mercato invernale bianconero è però Massimiliano Allegri, che durante la conferenza stampa odierna – in vista del match di Coppa Italia di domani – ha dichiarato di volere solo attaccanti di valore.

La dichiarazione di Allegri arriva in risposta alla domanda di un giornalista sul possibile arrivo di Cassano, che ha appena rescisso il contratto che lo legava al Parma ed è quindi ora disponibile a parametro zero. “Se Cassano potrebbe arrivare? Parlare di altri giocatori e altre squadre - spiega Allegri - non mi piace. Abbiamo un reparto attacco di 5 attaccanti e al momento non è entrato nessuno”.

L’allenatore bianconero sposta l’attenzione sull’obiettivo di mercato attualmente più realistico, ovvero li centrocampista del Genoa classe ’93 Sturaro, in prestito proprio dalla Juve. “Il più imminente - sottolinea Allegri – è Sturaro, poi valuteremo. Il primo acquisto fatto è Barzagli che sta recuperando. Vedremo se ci sarà la possibilità di fare altro. Non abbiamo nessuna preoccupazione. Non te li danno le squadre in Europa i grandi attaccanti. Abbiamo ancora da giocare un ottavo di Champions che non sarà facile.”.

Infine Allegri ha fatto sapere che punterà ancora su Giovinco, disponibile fino a giugno, e che se arriva un rinforzo, questo deve migliorare la rosa, altrimenti non serve: “Giovinco? Ha scelto di andare via a giugno e sarà uno dei 4 attaccanti che avrò a disposizione domani e deciderò se farlo giocare subito o a gara in corso. Ho sempre detto - conclude Allegri – che un arrivo a gennaio deve migliorare la rosa, se in giro non ci sono attaccanti di valore non arriva nessuno”.