Questa mattina il Presidente della Juventus, Andrea Agnelli ha partecipato all’evento su calcio e razzismoEducation Sport and cultural diversity: new ways to promote human rights around the Worlda Parigi presso la sede dell’Unesco dove ha presentato i progetti sostenuti dalla sua società ‘Un calcio al razzismo’ e  ’Gioca con me‘.

Nell’occasione ha rilasciato dichiarazioni molto interessanti sui bianconeri e  sul loro calciomercato.

Ha pronunciato quelle parole che tutti i tifosi juventini avrebbero voluto ascoltare da tempo ‘Pogba è un patrimonio dell’umanità, fanno piacere le attenzioni dei grandi club, ma la Juventus sta già cercando i Pogba del futuro. Adesso la Juve vuole scovare altri Paul Pogba‘ e prosegue ‘come dice spesso Marotta noi siamo una società compratrice non venditrice. Non vedo per quale ragione dovremmo privarci di Pogba visto che lui rappresenta la nostra crescita. Pogba rimane da noi.‘ Lo Stadium aveva già manifestato in più occasioni il suo pensiero con il coro ‘non si vende Pogba‘ e certe parole del Presidente pronunciate proprio a Parigi, città del Psg molto interessato al Polpo bianconero, hanno valore ancora maggiore.

Interrogato su Antonio Conte, il cui contratto scadrà nel 2015, afferma ‘il rapporto con Antonio Conte è una certezza. I miei sogni e quelli di Antonio coincidono‘.  Ecco l’altra sicurezza che stava cominciando a incrinarsi nei supporter bianconeri. Dopo i tanti trionfi nazionali, il tecnico vorrebbe ampliare i suoi orizzonti all’Europa e, probabilmente, cercherà di farlo con la Juventus. Il Capitano vuole allargare i confini delle sue conquiste con l’amata Juve.

Poche parole in grado di tranquillizzare i tifosi, che ringraziano.