Il calciomercato dell’Inter vive già un capitolo importante, con il Chelsea che starebbe per offrire 30 milioni di euro all’Inter per Mauro Icardi. I neocampioni d’Inghilterra, riferisce Sport Mediaset, avrebbero messo da tempo gli occhi sul bomber nerazzurro, oggetto del desiderio di diversi club d’oltremanica.

Attualmente la società nerazzurra sta trattando il rinnovo con i procuratori dell’argentino, il bomber stagionale più prolifico della squadra di Mancini con 23 gol.

L’operazione, che stava procedendo a gonfie vele, ha subito un rallentamento nel momento in cui l’Inter ha deciso di innalzare la clausola rescissoria da 30 a 60 milioni.

Problemi sormontabili e firma sul nuovo contratto che resta imminente. Pare, però, che Mourinho abbia comunque fatto pressioni sugli uomini-mercato dei Blues. Come finirà? Di certo, Roberto Mancini ha posto Icardi al centro dell’Inter che verrà. Radiomercato, d’altra parte, è convinta: “Maurito non si muoverà da Milano per meno di 40 milioni”.

Il tecnico dell’Inter, d’altronde, non solo non vuole privarsi di Icardi, ma cerca di strappare a Thohir un autentico colpo da 90: Paulo Dybala.

La richiesta di Maurizio Zamparini è, al momento, alta. Troppo per le casse nerazzurre, che molto difficilmente potrebbero pareggiare la richiesta da 40 milioni di euro del patron rosanero.

E allora Piero Ausilio potrebbe decidere di lavorare di fantasia, mettendo sul piatto 25 milioni più tre giovanissimi scuola Inter che da tempo interessano al Palermo.

Si tratta di Lorenzo Crisetig (attualmente in prestito al Cagliari), George Puscas (talentuoso centrocampista rumeno classe ’96 con 3 presenze tra i nerazzurri in questo campionato) e Francesco Bardi (portiere classe ’92 di Chievo e Nazionale Under 21, che da tempo l’Inter manda in giro per l’Italia a farsi le ossa).

L’alternativa è quella di presentarsi a casa Zamparini con liquidi, ma in tal caso il sacrificio di pezzi pregiati sarebbe inevitabile: vendere, dunque, per fare un calciomercato di altissimo profilo.

In tal senso, oltre a Mauro Icardi, la vetrina interista pone in vista anche Samir Handanovic. Il rinnovo del portiere appare, infatti, molto più complicato rispetto a quello di Mauro Icardi.

Il mio rinnovo non dipende solo dai soldi, ma anche da altri fattori“, le parole di Samir rilasciate a Sky nel dopo Inter-Chievo. Traduzione: il numero uno ha voglia di nuovi stimoli. Di ascoltare la musichetta che annuncia la Champions League, insomma.

Icardi, Dybala, Handanovic. Tra trattative vere e presunte, ecco le parole dell’ex capitan Javier Zanetti. Il vicepresidente è intervenuto ai microfoni Rai a margine del Match for Expo: “Stiamo lavorando per tenere Icardi, c’è grande volontà di farlo rimanere con noi. I problemi spero si risolvano“. Molto sibillino quando si tocca l’argomento Dybala: “Stiamo lavorando a fari spento. Ho detto tutto…“.