Vanno avanti i lavori per la giovane Inter. Dopo Gagliardini, i dirigenti nerazzurri progettano l’acquisto di altri talenti italiani.

VERRATTI

Grande obiettivo Marco Verratti. Avviati i contatti col giocatore da qualche settimana, col diretto interessato interessato a partire. “Marco sta molto a Parigi, ma la sua carriera non può essere costellata solamente di campionati francesi – ha raccontato l’agente del giocatore, Donato Di Campli, in un’intervista a Premium Sport -. Noi vorremmo vincere con il Paris Saint-Germain, ma se non sarà possibile troveremo una soluzione. Inter e Juventus? Sono due grandissime società – dice Di Campli -, ma il Psg è una società molto forte, oltre che una bottega carissima”. Valutato 60 milioni di euro, è possibile che la cifra lieviti ulteriormente considerato l’interesse di numerose squadre, Bayern Monaco incluso.

ALLA CACCIA DELL’ESTERNO

Fari puntati inoltre su Federico Bernardeschi. Per strappare il sì della Fiorentina sarà necessario avanzare una proposta di almeno 40 milioni di euro, anche se potrebbero non bastare. Posizione che Zhang Jindong sta cercando di ammorbidire instaurando una partnership coi viola. Nome che non va infine mai fuori moda è quello di Domenico Berardi. Rientrato in campo, se l’affare Bernardeschi dovesse saltare potrebbe ripartire l’assalto al talento del Sassuolo. Emiliani nient’affatto disposti nel lasciar partire il difensore Francesco Acerbi, come ribadito dal direttore sportivo Giovanni Carnevali a Sky Sport: “Acerbi è un giocatore che era richiesto già la passata stagione e anche quest’anno sono arrivati al contrattacco subito. Abbiamo avuto una richiesta dal Leicester di Claudio Ranieri, ma la nostra volontà è quella di non cedere il giocatore in questa fase. Ne riparleremo nel mese di giugno se è il caso ma in questo momento rimarrà con noi senz’altro. Lasciando Acerbi nella posizione in cui è, non abbiamo necessità di prendere Ranocchia, in questo momento non pensiamo a nuove entrate”.