Per rinforzare la rosa da mettere a disposizione di Walter Mazzarri (leggi qui le parole di fiducia da parte di Thohir all’allenatore nerazzurro), l’Inter ha necessariamente bisogno di effettuare alcune cessioni che portino denaro fresco nelle casse del club. La lista dei possibili partenti è numerosa ma la prima operazione in uscita è stata già conclusa.

Marko Livaja, attaccante classe 93′ in comproprietà con l’Atalanta, ha firmato un contratto quinquennale con il Rubin Kazan. Il club russo ha concluso l’operazione  sborsando 6.1 milioni di euro nella casse dei due club che si divideranno a metà l’importo. Livaja lascia così l’Italia dopo aver giocato sia in maglia Inter che in quella orobica. All’Inter, nel periodo Stramaccioni, ha disputato 13 partite tra campionato e coppe realizzando 4 gol.

Il giocatore ha firmato il contratto con la sua nuova squadra dopo aver superato le visite mediche effettuate nei giorni scorsi a Monaco di Baviera. L’Inter grazie a questa operazione in uscita a cui se ne aggiungeranno altre,  incasserà soldi necessari per raggiungere gli obiettivi di mercato prefissati (leggi qui i possibili arrivi). Livaja (foto by Infophoto) saluta il campionato italiano: il suo talento non è mai stato messo in discussione ma il suo carattere turbolento lo ha portato ai margini  della nostra Serie A, frenando in maniera evidente il suo percorso di crescita. La Russia potrà essere un nuovo trampolino di lancio con la speranza in futuro di tornare a giocare in Italia con un ruolo da protagonista.