L’Inter, dopo aver ufficializzato l’arrivo di Geoffrey Kondogbia, pensa ora alle cessioni in sede di calciomercato.

Perché se è vero che da una parte è stato acquistato un calciatore dal potenzia enorme, dall’altra è altrettanto vero che incombe il fair play finanziario e che, quindi, il club nerazzurro ha estremamente bisogno di poter introitare somme consistenti per poter rimettere in sesto i propri conti.

L’esborso economico è stato importante: al Monaco andranno 30 milioni di euro più bonus, per una cifra che si avvicina molto ai 40. Motivo per il quale serviranno diversi soldi in entrata. I primi a partire potrebbero essere Andreolli e Nagatomo, richiesti espressamente dall’ex Walter Zenga che sta costruendo il suo progetto sportivo alla Sampdoria.

Kuzmanovic ha delle richieste dall’estero, mentre il problema riguarda Guarin, per il quale manca ancora un’offerta ufficiale. Obi conteso tra Carpi e Frosinone.

E poi rimane in piedi il discorso su Mateo Kovacic: il Liverpool ha da tempo messo gli occhi sul giocatore ma ancora non ha presentato un’offerta ufficiale al club di Galleria Vittorio Emanuele. E’ chiaro che, dovesse arrivare una proposta da 30 milioni di euro più bonus, sarebbe molto difficile dire di no. Inter alla finestra.

Nonostante Kovacic sia un beniamino dei tifosi dell’Inter e che a più riprese abbia ammesso la sua voglia di restare a Milano, un introito del genere permetterebbe di rimetterebbe a posto i conti del club.