Protagonista assoluta della finestra estiva di calciomercato dello scorso anno, l’Inter non vuol essere da meno neppure in questa estate che si annuncia già molto calda per quanto riguarda le trattative, a fronte invece di un clima con temperature tutt’altro che estive. Tutto ciò anche perché nella prossima stagione il club nerazzurro deve affrontare l’impegno internazionale di Europa League e Roberto Mancini vuole un organico altamente competitivo e che possa garantire ricambi di qualità.

Per questo il Mancio vuole tutelarsi sul fronte terzini, visto che nella scorsa stagione nuovi (Telles e Santon) e vecchi (Nagatomo e D’Ambrosio) non hanno convinto in pieno il tecnico marchigiano. Intanto un rinforzo è arrivato dalla Turchia: Çaner Erkin, attualmente impegnato con la sua nazionale agli Europei. L’obiettivo Zabaleta è sfumato poiché Guardiola ha deciso di tenerlo con sé nel Manchester City, allora la direzione sportiva nerazzurra è subito piombata sull’alternativa Cristian Ansaldi che, grazie all’ottima mediazione di un argentino doc come Zanetti, ha detto immediatamente di sì all’Inter. Occorre solo sedersi a tavolino col Genoa che lo ha riscattato dallo Zenit per 4 milioni di euro.

Mentre si insegue sempre la priorità Candreva, l’Inter tiene viva anche l’ipotesi Biglia nel caso non dovesse andare in porto l’operazione Yaya Touré. Ma le due trattative non sono necessariamente autoescludentesi. Però la Lazio chiede 25 milioni per il regista argentino, forse troppi per pensare di poterli avere entrambi. Sempre sul fronte centrocampisti, si è aperta una pista sudamericana che porterebbe al paraguiano Miguel Almiron, che però non ha ancora ottenuto il passaporto spagnolo e che se l’Inter dovesse prendere Touré (ultimo slot extracomunitario libero) non potrebbe dunque tesserare, ma che girerebbe in prestito a un altro club di Serie A come Bologna, Chievo, Sampdoria etc.