Dopo i numerosi acquisti a basso costo che hanno caratterizzato la prima parte della sessione estiva del mercato nerazzurro, Ausilio (foto by Infophoto) ed il suo staff pensano a sfoltire la rosa: la cessione di Taider al Southampton nell’ambito dell’operazione che ha portato Osvaldo a Milano, è solo la prima mossa di una serie di trasferimenti che dovrebbero alleggerire non poco il monte ingaggi del club milanese.

Mbaye, finalmente, ha rinnovato il contratto con l’Inter ed è pronto a trasferirsi al Genoa in prestito con diritto di riscatto e controriscatto per i nerazzurri. In difesa Campagnaro è pronto a fare le valigie così come Silvestre: per il primo la pista più calda è quella della Sampdoria mentre per il secondo si valutano varie ipotesi tra le quali il Palermo. Rolando è sempre nei pensieri di Mazzarri e l’Inter potrebbe concludere l’acquisto negli ultimi giorni di mercato.

A centrocampo Laxalt ha già lasciato il ritiro nerazzurro ed è pronto a trasferirsi ad Empoli mentre Schelotto, che non rientra nei piani di Mazzarri, potrebbe andare a Parma. Kuzmanovic, nonostante il buon precampionato disputato fino ad ora, dopo gli arrivi di M’Vila e Medel rischia di non trovare spazio e molti club tedeschi sono sulle sue tracce.

L’operazione che però potrebbe cambiare il mercato della Beneamata è la cessione di Fredy Guarin: l’Inter lo valuta 18 milioni di euro ma già con 15 potrebbe partire. La Juve aspetta di capire quale sarà il futuro di Vidal mentre il Tottenham ha sondato il terreno per capire i presupposti della trattativa. Nel caso in cui Guarin partisse, Ausilio punterebbe con decisione ad un altro attaccante. La prima opzione è Biabiany del Parma, capace di giocare sia come esterno che come punta, risulterebbe un valido jolly. Attenzione però al possibile “regalo” di Thohir: con i soldi della cessione di Guarin potrebbe puntare dritto su Cerci e finire con il “botto” un mercato fatto in maniera intelligente ma non per questo meno importante rispetto alle altre squadre di Serie A.

LEGGI ANCHE

INTER EUROPA LEAGUE: MANCA IL TRANSFER, MEDEL FUORI DALLA LISTA

EINTRACHT FRANCOFORTE-INTER: BOTTA ILLUDE, SEFEROVIC PUNISCE I NERAZZURRI

INTER COMPLEANNO ZANETTI: TANTI AUGURI AL VICEPRESIDENTE NERAZZURRO