L’Inter reclama un ruolo da protagonista. In Italia (obiettivo minimo la qualificazione in Champions) e sul mercato, con 110 milioni da spendere.

Inter: Rudiger o Manolas in coppia con Miranda

Quasi certamente il nuovo tecnico nerazzurro Spalletti rivoluzionerà il pacchetto difensivo. In nerazzurro rimarrà probabilmente Miranda, ma dovranno arrivare tre titolari su quattro. Con il terzino sinistro Dalbert c’è un accordo, il Nizza, proprietario del cartellino, spara alto, i nerazzurri cercheranno di chiudere a 15 milioni di euro. Uno fra i romanisti Rudiger e Manolas probabilmente affiancherà Miranda al centro della difesa. E pare inoltre che il neo responsabile Sabatini stia seguendo anche il centrale olandese De Ligt dell’Ajax.

A centrocampo l’obiettivo è Strootman

Nella terra di mezzo interista si chiama Kevin Strootman il sogno proibito. L’olandese ha rinnovato da poco il contratto con la Roma, ma il gruppo Suning sarebbe disposto a pagare la clausola da 45 milioni di euro per liberarlo. Uomo di ordine ma anche di inserimenti, Spalletti lo accoglierebbe a braccia aperte. Piace poi Nainggolan,  i costi suono però fuori portata. Se andasse in porto l’affare Strootman, è preventivabile che l’Inter, oltre alla cessione già preventivata di Brozovic, apre alla cessione di Kondogbia.

Perisic e Bernardeschi sugli esterni

Nel corso del faccia a faccia tra Spalletti e Zhang, si è inoltre discusso di Ivan Perisic. Logiche di fair play finanziario avevano fatto propendere per la sua cessione, ma gli ultimi colloqui pare abbiano convinto la proprietà ad assecondare il tecnico di Certaldo, che vorrebbe averlo alle sue dipendenze. E, se così fosse l’Inter, aggiungerebbe un solo elemento sugli esterni, tenendo pure Candreva. Federico Bernardeschi, messo spalle al muro alla Fiorentina sul rinnovo contrattuale, è il nome caldo, ma c’è da battere la concorrenza della Juventus. Più remota la pista Berardi, che potrebbe seguire approdare alla Roma con Di Francesco.