Diego Simeone respinge le avance dell’Inter. Il ‘Cholo’ ha rifiutato l’assegno in bianco proposto dal gruppo Suning.

Simeone: no ad Ausilio

Secondo quanto riferisce Marca, si sarebbe tenuto la scorsa settimana l’incontro fra Piero Ausilio e i rappresentanti del tecnico argentino. Presa in considerazione l’offerta, Simeone ha preferito declinare. Ritiene che non sia ancora finito il suo ciclo all’Atletico Madrid: preferisce rimanere ai Colchoneros per sedersi sulla panchina spagnola quando sarà inaugurato il nuovo stadio Wanda Metropolitano.

Capello supermanager?

Come svela il Corriere dello Sport, si fanno sempre più insistenti dell’arrivo di Fabio Capello. “All’Inter manca davvero poco per tornare a vincere - ha commentato Don Fabio a Sky Sport 24 -. Serve avere le idee chiare su tante cose. Quello che ho notato è che l’Inter ha grandi calciatori a cui piace vincere ma che al momento non hanno la voglia di farlo. Per ottenere titoli e trofei serve un gruppo di giocatori che abbia questa voglia. Italiani o stranieri? Dipende dalla mentalità di chi vai a prendere, comunque avere uno zoccolo italiano ti aiuta perché i giocatori italiani hanno un qualcosa in più”. Stando ad alcune indiscrezioni, Suning avrebbe in mente di cucirgli addosso un ruolo da supermanager.

Chi va e chi viene

Intanto i dirigenti nerazzurri operano sul mercato. Oltre al sogno Verratti, ci sono quattro piste calde per il centrocampo: Fabinho (Monaco), Krychowiak (PSG), Strootman e Nainggolan (Roma). Dei due romanisti potrebbe arrivarne al massimo uno, ma costano parecchio. In attacco è noto l’interesse per Schick (Sampdoria), che piace a diverse big. Fermo restando che si punta a far crescere Pinamonti, piace anche Petagna (Atalanta). A ogni modo, alcune cessioni aumenteranno il tesoretto. Se il Siviglia dovesse riscattarlo arriveranno 13,5 milioni. Rilanciatosi all’Hull City, Ranocchia vanta il gradimento di diversi club inglesi, con l’Inter che spera di incassare 10-12 milioni per la cessione definitiva. Brozovic e Banega potrebbero rimpolpare ulteriormente le casse. Scadrà invece il contratto ad Andreolli, Biabiany e Palacio. Gabigol andrà in prestito, mentre è da valutare Eder, stufo di fare il panchinaro). Chelsea e Manchester United vogliono Ivan Perisic, ma l’Inter lo valuta almeno 60 milioni di euro.