Dopo il sospirato rinnovo contrattuale da parte di Mauro Icardi, sempre più punto di riferimento dell’Inter del presente e del futuro, in casa nerazzurra si sta lavorando anche a un altro complicato prolungamento di contratto, quello che riguarda il portierone Samir Handanovic. L’Inter ha già ampiamente espresso la volontà di trattenerlo, per non lasciarsi sfuggire uno dei portieri attualmente più forti al mondo, ma lo sloveno è piuttosto indeciso poiché se da una parte è legato all’Inter e al progetto di ricostruzione di Mancini, dall’altra vorrebbe far parte di un club che gioca la Champions League o, almeno, coinvolto nelle competizioni europee. Per sciogliere questa indecisione l’Inter ha proposto a Handanovic un contratto quadriennale (con scadenza al 2019) a 2,7 milioni di euro più bonus, contro i 3 netti chiesti dal giocatore.

Il quadro economico prospettato non è certo dei peggiori ma le insistenti proposte di club quotati come Manchester United (che ha appena ceduto De Gea al Real Madrid), ai preliminari di Champions League, e di PSG che in Champions andrà direttamente stanno facendo tentennare non poco la decisione di Handa. Per quanto riguarda lo United non sono state ancora formalizzate offerte concrete ma il club guidato da Van Gaal sarà sicuramente disposto a scucire una cifra importante poiché è rimasto senza portiere. Invece l’idea del PSG è quella di effettuare uno scambio con piccolo conguaglio in denaro Handanovic-Sirigu e questo poiché il numero 1 (in realtà 30) del club parigino, infastidito dalle critiche ricevute dopo il match col Barcellona in Champions League e dopo aver ricevuto voci sul fatto che il club stesse sondando il mercato portieri, valuterebbe di buon grado un ritorno in Italia.