Mauro Icardi non starà vivendo il suo miglior momento da quando veste nerazzurro, oscurato dalla montante marea slava dei vari Jovetic, Perisic e Ljajic, ma l’Argentina continua a essere territorio di caccia privilegiato per il calciomercato Inter, soprattutto quando si parla di attaccanti. Dopo aver contato i gol di Crespo, Cruz, Milito, Palacio e appunto Maurito, il club nerazzurro ha puntato i fari su Jonathan Calleri, che insieme a Carlos Tevez (altro argentino finito in passato nelle mire dell’Inter) ha appena trascinato il Boca Juniors al titolo nazionale.

A riaccendere l’interesse attorno al futuro della giovane punta classe 1993 sono state le parole del presidente degli xeneizes, Daniel Angelici, rese all’agenzia di stampa Telam: “Con Calleri abbiamo preso un impegno da tempo. Adesso è pronto per approdare in Europa. Probabilmente giocherà in Italia e sarà venduto a un gruppo di investitori inglesi“. Calleri ha origini italiane, come si evince dal nome, e proprio negli ultimi tempi ha completato l’iter che gli garantirà un prezioso passaporto comunitario, rendendo così ancora più appetibile il suo cartellino.

Non sarà comunque una trattativa facile. Il giocatore piace parecchio anche in Inghilterra, e negli ultimi giorni si era fatta largo la voce che lo voleva vicino al Chelsea di José Mourinho, alla ricerca del sostituto del probabile partente Diego Costa. Questo ha fatto lievitare il costo di Calleri: se in estate si sarebbe potuto acquistare per una cifra non superiore ai 6-7 milioni di euro, ora presumibilmente ne serviranno il doppio per strapparlo alla Bombonera. Cifra non certo impossibile da raggiungere per l’Inter, ma la concorrenza del Chelsea è di quelle complicate da superare. Tuttavia, i nerazzurri hanno un’importante asso nella manica: Rodrigo Palacio. Il contratto del Trenza va in scadenza il prossimo 30 giugno ed è quasi certo un suo ritorno a casa, al Boca Juniors, ma l’Inter potrebbe anche anticipare il suo rientro in cambio di un’opzione su Calleri per giugno.