Nel corso dell’intervista concessa a Libero, oltre a regalarsi un’autoindulgenza plenaria per tutti gli errori (ma quali errori? Non sia mai) commessi nel recente passato, Marco Branca ha parlato dell’Inter che verrà. Prospettive ben poco entusiasmanti, indonesiani o meno, e non c’era bisogno del direttore dell’area tecnica nerazzurra per capirlo: l’obiettivo resta quello di “ridurre il monte ingaggi e gettare le basi per una squadra competitiva”. Ovvero: soldi non ce ne sono, dunque bisogna vendere il vendibile e sperare di azzeccare qualche giovane di prospettiva come Kovacic.

Già, vendere. Ma chi? Ibrahimovic (2009), Balotelli (2010) ed Eto’o (2011) furono ceduti bene, realizzando lucrose plusvalenze. Maicon e Sneijder, invece, sono stati venduti molto male, nel momento sbagliato della loro carriera e incassando molto meno di quanto sarebbe stato possibile ottenere solo qualche mese prima, con una migliore gestione delle loro particolari situazioni. Il problema è che al momento la rosa dell’Inter è priva di campioni in grado di ingolosire i ricchi club stranieri. A parte uno: Samir Handanovic (foto by InfoPhoto), una delle rarissime luci nel tunnel degli orrori che è stata la stagione nerazzurra.

A questo proposito, interessante leggere le parole del dirigente dalle sopracciglia di gabbiano in volo:

Parliamo di uno dei migliori portieri d’Europa, ma finora non c’è stato nulla di concreto. Conosco molto bene Zubizarreta del Barcellona e non abbiamo mai parlato di eventuali trattative”.

Nessuna conferma sulla presunta offerta da 30 milioni da parte blaugrana, insomma, ma nemmeno nessuna smentita circa la cedibilità del portiere sloveno. Che, infatti, resta cedibile, ma solo per una cifra che consenta ai nerazzurri di realizzare una sostanziosa plusvalenza (Handanovic è stato valutato 14 milioni nel 2012). Nel caso la sospirata offertona dovesse alfine giungere sulla scrivania di Branca, l’Inter potrebbe volgere le sue attenzioni a Federico Marchetti, pezzo pregiato della bancarella di Lotito e già obiettivo (per il 2014) del Napoli. Trattare con Lotito: tanti auguri.