Il calciomercato dell’Inter dà timidi segnali di risveglio. Si segnalano interessi per Saponara (che dopo l’annata no al Milan è rinato ad Empoli) e per Kondogbia.

Calciomercato Inter: Saponara

Il Milan ha riscattato Riccardo Saponara per quattro milioni di euro. Il talentuoso centrocampista, però, non è destinato a restare in rossonero.

Su Saponara c’è forte l’Inter, che deve però guardarsi dagli interessi della Roma. Il club capitolino ne ha parlato con l’Empoli, tramite il ds Sabatini, nel momento in cui ha offerto in prestito il portiere Skorupski.

In ogni caso, la cessione di Saponara farà molto bene alle casse dei rossoneri, che dalla cessione trarrà il 30% di quanto incassato dal club toscano.

Calciomercato Inter: Kondgobia

Il centrocampista del Monaco Geoffrey Kondogbia è un altro degli obiettivi di Ausilio. Classe ’93, Kondogbia è uno dei talenti emergenti. Proprio per questo costa tanto. Lascerebbe il principato di Monaco in cambio di non meno di 25 milioni di euro. Operazione che per questo appare difficile, così come la strada che porta a Yaya Tourè.

Calciomercato Inter: Felipe Melo

Più fattibile appare l’affare Felipe Melo. Il centrocampista brasiliano ha preso cittadinanza spagnola (pare per poter fare le vacanze ad Orlando) è in procinto di lasciare il Galatasaray e giungerebbe a Milano ad un prezzo non eccessivo.

Calciomercato Inter: Thiago Motta

Buone le possibilità di arrivare a Thiago Motta, non fosse altro per i buoni uffici che intercorrono tra Erick Thohir ed il padre padrone del Paris Saint Germain, Al Khelaifi. Proprio per questo il ritorno di Thiago Motta potrebbe concretizzarsi a prezzo stracciatissimo.

Calciomercato Inter, le spine nerazzurre

Ausilio sa che in questo mercato deve aver tanta pazienza. Alle spalle ha un allenatore dalle belle pretese: “Mancini mi ha chiesto nove acquisti”, ha dichiarato l’alto dirigente interista, che ha domandato notizie anche riguardo a Cuadrado e Jovetic.

La domanda, per dirla à la Lubrano, sorge spontanea: dove li prenderà tutti i soldi necessari Erick Thohir, già investito da sospetti riguarda la tenuta finanziaria del club?

Le casse societarie sono inoltre reduci dal bagno di sangue invernale, che hanno portato in nerazzurro, su richiesta di Mancio, i vari Podolski, Shaqiri, Brozovic e Santon, non tutti rivelatisi all’altezza dell’entusiasmo con cui sono stati accolti.

Ci sono poi i numeri. Nonostante una dispendiosa campagna acquisti invernale, Mancini non è riuscito a fare meglio del collega che lo ha preceduto, il tanto criticato Mazzarri. A parlare è chiaro è la media punti. 1,45 per Walter, 1,38 per Roberto. Mancio sa che non può permettersi di sbagliare. Soprattutto se dovesse essere accontentato.

Calciomercato Inter