Potrebbe saltare una delle trattative più interessanti  e, soprattutto, meno complicate del mercato nerazzurro che riguardano il centrocampista camerunense Stephane Mbia, in attesa di svincolarsi dal Siviglia vincitore dell’ultima edizione dell’Europa League. Nonostante il “blocco” effettuato da parte dell’Inter nei confronti di Mbia, il giocatore si trova attualmente in Turchia per firmare un appetibilissimo contratto col Trabzonspor, pronto ad offrire un ingaggio di 3 milioni a stagione contro i 2,5 offerti dall’Inter. Il ds del club di Thohir però sta tentando in tutti i modi di trattenere Mbia per convincerlo ad accettare la proposta dell’Inter, sposando la causa di un progetto internazionalmente più quotato con Roberto Mancini come garanzia giocando per una squadra che milita in una top league europea.

Ora ovviamente il “sì” del giocatore dato qualche giorno fa vacilla di fronte a una proposta molto allettante come quella del club di Trebisonda. Non si sa dunque se Ausilio tramite contatti con l’entourage camerunense del giocatore riuscirà a far desistere Mbia dall’accettare un futuro in Turchia. Se l’affare dovesse alla fine saltare, rispunterebbero le solite alternative dell’Inter per il centrocampo, ovvero Thiago Motta (responsabile indirettamente del ritardo nella trattativa con Mbia poiché l’ex giocatore nerazzurro è in attesa di una risposta sulla richiesta di aumento d’ingaggio al PSG), Kondogbia (per il quale ora come ora sembrano in vantaggio club più facoltosi sia in Italia – Juventus e Milan – che all’estero – Arsenal) e Felipe Melo, acquistabile a 5 milioni di euro dal Galatasaray e molto gradito a Mancini ma con un problema dovuto a un ingaggio ritenuto esoso dalla società nerazzurra.